Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Dopo l'orda del Ferragosto le spiagge restano sporche
«Una madre aiutava i figli a portare 96 bottiglie di birra»

Ai sindaci e ai residenti resta l'amarezza, dopo l'invasione di migliaia di persone che si riversano in mare tra accampamenti abusivi, rifiuti ovunque e musica a palla. «Il disagio sociale ha trasformato una piccola festa in un'occasione di trash e baggianerie»

Andrea Turco

«Purtroppo ho constatato personalmente, perché sono stata sul posto a fare ordine pubblico insieme ai miei collaboratori, che l'inciviltà, oltre che in quei ragazzi, alberga spesso nei genitori. Io stessa ho assistito alla scena di una madre che accompagnava i figli e li aiutava a scaricare 96 bottiglie di birra. Nonostante l'ordinanza sindacale e le forze dell'ordine sul luogo». Michela Taravella, sindaca di Campofelice di Roccella, racconta le difficoltà del post Ferragosto che sono quelle di tanti colleghi. Da Cinisi a Sferracavallo fino ad arrivare a Cefalù, ci vorranno giorni per le spiagge palermitane per smaltire le scorie della festa clou dell'estate. Che però, come ogni anno, si risolve in un lunghissimo day after fatto di rifiuti ovunque, mare sporco e nottate insonni per chi vive in zona.

Parla di «vero e proprio assalto», la sindaca Taravella. «La folla, infatti, che si riversa lungo i due chilometri di lungomare, raggiungibile da decine di accessi pubblici e privati, è di circa 30mila persone - continua - Sapevamo di non poter debellare il fenomeno, tout court. Non abbiamo la bacchetta magica. Abbiamo, tuttavia, la coscienza serena per avere fatto tutto ciò che, umanamente ed istituzionalmente, si potesse fare». Così nella piccola spiaggia che ricade ai piedi delle montagne delle Madonie ci si ritrova a festeggiare i 40 interventi sanitari, comunque in netta diminuzione rispetto agli anni precedenti.

Nella vicina Lascari, però, si respira un'altra aria. Almeno a sentire il sindaco Giuseppe Abbate, che ha istituito una task force, con il supporto dei mezzi e delle maestranze della società che gestisce l’igiene ambientale, che ha immediatamente provveduto a rimuovere la considerevole mole di rifiuti della notte di Ferragosto. «Un grazie particolare ai tantissimi ragazzi che si sono riversati nelle nostre spiagge – ha detto il primo cittadino – hanno agevolato l’azione di pulizia utilizzando i sacchi che, come da tradizione, provvediamo a distribuire la sera del 14 e che gli stessi ragazzi hanno in parte portato nei punti di accesso al momento di lasciare la spiaggia».

Tra le situazioni peggiori, però, c'è certamente quella di Sferracavallo. Il lembo di spiaggia della borgata marinara palermitana ha visto l'arrivo delle prime tende già a partire da lunedì. Simone Aiello, che fa parte del comitato Il mare di Sferracavallo, denuncia da anni gli accampamenti abusivi di coloro che definisce totucci. In assenza di servizi e di controlli, centinaia di persone si trasferiscono letteralmente in spiaggia con «tende, tavoli, sdraio, ombrelloni e sempre accese braciere (forse per emulare la fiamma olimpica?), per passare la settimana di ferragosto nel casino più totale; con improponibili musiche che vanno dal neomelodico agli sconquassanti ritmi latini da discoteca».

I residenti di buona volontà (non solo a Sferracavallo ma anche a Vergine Maria, a Mondello e così via) segnalano le invasioni del quieto vivere. Ma nessuno, in città, sembra mai riuscire a intervenire. Il Comune di Palermo ha persino rinunciato alla solita ordinanza sindacale che vieta il bivacco in spiaggia. Così non resta che attendere che passi il Ferragosto. «Resta l'amarezza della gente per bene, il sentirsi disarmati nel combattere un nemico che in effetti non esiste. Il disagio sociale delle grandi città, in particolar modo Palermo, causato dall'abbandono delle periferie e dai quartieri popolari - sostiene Aiello - ha contribuito a trasformare una piccola festa in una incontrollabile esplosione di trash e baggianerie (il tascio stil novo...). I falò sono diventate delle pericolose vampe; il canticchiare appresso alla chitarra delle vere e proprie discoteche; e il bagno di mezzanotte una goliardata vastasa e pericolosa».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews