Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Revocati a Zamparini gli arresti domiciliari
E in città c'è fermento per il nuovo Palermo

Nel giorno in cui il Tribunale della Figc lo ha di fatto radiato, l'ex patron rosanero è tornato in libertà e promette battaglia. Entra nel vivo, intanto, la corsa al titolo sportivo del club per la ripartenza dalla D. Il 24 la Curva Nord 12 si radunerà davanti Palazzo delle Aquile

Antonio La Rosa

Foto di: Spaziocalcio.it

Foto di: Spaziocalcio.it

Maurizio Zamparini torna in libertà. Nel giorno in cui il Tribunale della Figc gli ha inflitto cinque anni di squalifica e la preclusione a ricoprire qualsiasi ruolo in ambiti federali, l’ex patron del Palermo ha accolto la notizia della revoca degli arresti domiciliari, provvedimento diventato esecutivo lo scorso 25 gennaio in seguito alla sentenza della Cassazione nell’ambito dell’indagine su presunte irregolarità amministrative nella gestione e nei bilanci del club in relazione all’operazione Mepal (società detentrice del marchio ceduta poi alla holding lussemburghese Alyssa) e alla gestione dei diritti sul marchio il cui valore – secondo l’accusa – è stato gonfiato in maniera strategica per ripianare le perdite di bilancio. Il Tribunale del Riesame ritiene che non ci siano più i presupposti per la reiterazione del reato e Zamparini, dunque, è di nuovo un uomo libero.

L’imprenditore friulano, sotto processo con l’accusa di falso in bilancio e false comunicazioni sociali e già autorizzato dal giudice a presenziare senza scorta in occasione della prossima udienza al Tribunale di Palermo il 18 settembre, ha rotto nel frattempo il silenzio forzato di questi mesi. E lo ha fatto con la grinta e l’animus pugnandi che lo hanno sempre contraddistinto: «Sono pronto a tornare, mi sentivo un leone in gabbia – ha ammesso a La Repubblica – adesso torniamo a giocare. Voglio chiedere un risarcimento di 100 milioni alla Figc che per tre anni ha controllato i miei bilanci e non ha detto nulla. Ho già dato mandato ai miei avvocati. Non so se verrò a Palermo alla prossima udienza – ha aggiunto – ora penso solo a godermi la ritrovata libertà. In questi mesi di silenzio ho ritrovato me stesso. Si sbagliava di grosso chi pensava di mandare in pensione Maurizio Zamparini». Una figura che, tuttavia, fa parte ormai di un Palermo che di fatto non c’è più o che comunque è destinato presto a scomparire.

Concetto valido anche per Giammarva e pure per i Tuttolomondo in attesa della nascita della nuova compagine societaria. Sia l’ex presidente che i rappresentanti di Arkus Network hanno presentato ricorso al Collegio di Garanzia del Coni. Il primo contro l’inibizione per un anno stabilita dalla Corte Federale d’Appello, gli attuali proprietari invece contestano i venti punti di penalizzazione (oltre alla multa di 500 mila euro) inflitti dalla Corte Federale d’Appello nell’ambito del processo sportivo a carico del club di viale del Fante. Presente e immediato futuro fanno rima con bando e con le domande che entro le 20 di martedì dovranno pervenire sul tavolo del sindaco Leoluca Orlando. E a proposito di candidati, va segnalata la presenza in città in queste ore dell’imprenditore italo-americano Di Piazza che avrebbe avuto anche un colloquio con Dario Mirri, interessato assieme all’ex ad Sagramola a rilevare il titolo sportivo per la ripartenza dalla D ma costretto adesso a fare i conti con il ritorno alla carica del presidente della Sampdoria, Ferrero, e con la concorrenza di altri soggetti. Anche di caratura internazionale.

Un punto dell’avviso pubblicato il 12 luglio dal Comune di Palermo, nell’ambito del piano triennale delle attività sportive, fa riferimento a progetti inerenti il coinvolgimento della tifoseria. La Curva Nord 12 si riunirà il 24 luglio alle ore 17 a piazza Pretoria: «Il nostro futuro – si legge sul profilo Facebook del collettivo – ripartirà nel momento in cui il sindaco farà il nome di colui o coloro che avranno il compito, la fortuna e l’onore (e anche l’onere dovendo pagare un milione di euro, più del triplo rispetto alla quota minima indicata sul bando dell’amministrazione comunale, ndr) di riformare la nuova società rosanero. In attesa che venga presa questa decisione vogliamo ricordare, con la nostra presenza davanti Palazzo delle Aquile, che ci aspettiamo e auguriamo una scelta che tenga conto dei sentimenti della tifoseria e che rispetti quei criteri di valutazione positiva tanto sbandierati».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews