Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Nino Di Matteo candidabile da indipendente al Csm
Pioggia di sostenitori: «Nessuno è più appropriato»

Concorrerebbe per i due posti rimasti vacanti nella categoria di pubblico ministero, per sostituire i togati dimissionari. Le elezioni suppletive saranno il 6 e il 7 ottobre. Il pm Sebastiano Ardita: «Avrà il sostegno di tutti noi»

Redazione

Foto di: sebastiano ardita

Foto di: sebastiano ardita

«Nino di Matteo si rende disponibile alla candidatura da indipendente alle elezioni suppletive del Csm per due posti nella categoria pubblico ministero. E avrà il sostegno di tutti noi». L'annuncio, con un post su Facebook, a firma del procuratore aggiunto di Messina Sebastiano Ardita. La notizia nel giro di poco ha raccolto non pochi consensi. «Non penso ci sia una persona più appropriata», scrive subito un utente, «sarebbe la cosa più giusta e sarà importante per il Paese», osserva di rimando un altro. 

Le elezioni suppletive, attese per il 6 e il 7 ottobre, serviranno a sostituire i membri togati dimissionari del Consiglio superiore della magistratura. Sono state indette dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in qualità di presidente del Csm, per colmare i posti vacanti della componente dei pm, non sostituibili con i candidati precedenti non eletti, dal momento che alle passate elezioni per il rinnovo del Csm a presentarsi furono giusto in quattro, in proporzione ai posti a disposizione.

Un'occasione, a detta del capo dello Stato, per voltare pagina, specie a fronte dei recenti scandali che hanno investito il Csm. Le elezioni suppletive, infatti, si sono rese necessarie per via dell'inchiesta di Perugia sull'ex presidente dell'Anm Luca Palamara, accusato di corruzione. «Salvate la magistratura», scrivono infatti gli utenti, alludendo proprio all'inchiesta in corso e alla disponibilità alla candidatura manifestata dal pm Di Matteo, mentre qualcuno si augura intanto «che anche stavolta non trovino una scusa per farlo fuori», dopo il recente allontanamento del magistrato della Dna per un’intervista. 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.