Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Mafia nigeriana, sgominata cosca criminale: otto fermi
La base a Ballarò fra droga, prostituzione e intimidazioni

Una struttura gerarchicamente organizzata e una forte capacità intimidatoria, queste le caratteristiche dell'organizzazione colpita dal blitz di stamattina, che restituisce il ritratto di un'associazione «radicata e infiltrata nel tessuto economico e criminale cittadino»

Stefania Brusca

Una «credibile radiografia di una mafia nigeriana radicata e infiltrata nel tessuto economico e criminale cittadino». Questo il quadro complessivo che restituiscono i fermi di questa mattina di alcuni cittadini extracomunitari nigeriani, decisi dalla procura distrettuale antimafia. Disconnection zone, questo il nome dell'operazione messa a segno, si pone quindi come il naturale proseguimento delle precedenti Black Axe e No fly zone. L'operazione non è detto che si concluda con i provvedimenti eseguiti oggi perché gli investigatori sarebbero sulle tracce di altre persone. 

«Oggi abbiamo fermato complessivamente otto persone - spiega il capo della squadra mobile Rodolfo Ruperti - e arrestato un altro nigeriano che stava cercando di disfarsi di sostanze stupefacenti durante il nostro controllo». Questa operazione, come detto, si colloca in una serie di attività investigative su cellule di cult nigeriani nel nostro territorio «che operano in maniera tale che può essere configurato a loro carico il reato previsto dall'articolo 416bis», precisa Ruperti. Il reato contestato ai fermati è quindi quello di associazione a delinquere di stampo mafioso, con la commissione di delitti contro la persona, soprattutto in occasione di scontri con i cult rivali per il controllo del territorio e la supremazia all'interno della comunità nigeriana. Dopo le operazioni nei confronti dei Black Axe e degli Eiye, oggi è stata colpita una cellula di un'organizzazione che opera a livello nazionale e transnazionale che è quella dei Viking. A Palermo aveva la sua base operativa a Ballarò. Gli investigatori riferiscono che si tratta di una cosca criminale caratterizzata da una forte struttura gerarchicamente organizzata e da una forte capacità intimidatoria.

Le indagini hanno accertato, inoltre, la presenza di numerose case di prostituzione nel centro storico di Palermo, cosiddette connection house, e registrato numerosi episodi di spaccio di stupefacenti. «Nell'ambito della nostra operazione a Ballarò - conferma il capo della mobile - sono state arrestate anche altre persone, prevalentemente nigeriani, dedite alla prostituzione e allo spaccio di stupefacenti. Tra i fermati ci sono anche delle donne che svolgevano il compito di maman: riteniamo così di avere inferto un duro colpo a questo fenomeno». Un segnale positivo che arriva comunque dalla comunità nigeriana a Palermo c'è. «Siamo riusciti ad avere collaboratori di giustizia nigeriani e alcune ragazze si sono avvicinate a noi - conclude Ruperti - questo ci incoraggia nel lavoro che si dovrà fare ancora in futuro». 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.