Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Palermo, rinviata l’udienza contro Zamparini
L’ex patron a giudizio il prossimo 18 settembre

L’imprenditore friulano è accusato di falso in bilancio e false comunicazioni sociali. Il processo era già stato rinviato lo scorso 2 luglio, adesso ecco il nuovo rinvio: Zamparini dovrà presentarsi in aula senza scorta e verrà ascoltato dai giudici

Luca Di Noto

Nuovo rinvio per l’ex patron del Palermo, Maurizio Zamparini. L’udienza svoltasi quest’oggi presso la quarta sezione penale del tribunale di Palermo in merito alle accuse di falso in bilancio e false comunicazioni sociali nei suoi confronti è infatti terminata dopo circa mezz’ora di dibattimento. E l’udienza è stata rinviata al prossimo 18 settembre, con Zamparini che potrà presenziare (senza alcuna scorta) e sarà anche a disposizione per testimoniare (l’ex patron si trova agli arresti domiciliari nella sua residenza in Friuli dallo scorso 25 gennaio). Secondo la difesa, rappresentata soltanto dall’avvocato Fabrizio Biondo (mentre Enrico Maria Mancuso non era presente) per alcuni atti mancherebbe il provvedimento del gip, oltre ad alcune richieste di proroga di indagine.

Biondo infatti ha chiesto che siano utilizzabili anche gli atti d’indagine successivi al 7 luglio 2018 e il tribunale ha rigettato la richiesta del pm, che dal canto suo aveva chiesto il rinvio per studiare nel dettaglio la documentazione. Battaglia, invece, sull'utilizzabilità delle intercettazioni a suo tempo disposte sui telefoni dell'ex patron del Palermo. Le contestazioni del difensore hanno occupato interamente l'udienza in tribunale e fatto saltare l'audizione di un sottufficiale della guardia di finanza. Le intercettazioni erano state autorizzate per ipotesi di reato come riciclaggio e autoriciclaggio che sono poi cadute. Essendo rimasta solo l'imputazione di false comunicazioni sociali, le intercettazioni non sarebbero, per l'avvocato Biondo, utilizzabili. Il legale ha anche sostenuto che in alcuni casi sarebbero state effettuate anche oltre i termini concessi dal gip e con procedure irregolari

Il processo era già stato rinviato lo scorso 2 luglio per alcuni problemi legati alla composizione del collegio giudicante. L’imprenditore friulano andrà comunque a giudizio immediato e sarà chiamato a rispondere dei fatti che lo hanno visto coinvolto in quanto proprietario del Palermo dal 2013 al 2017 (gli anni degli illeciti che, dal punto di vista sportivo, hanno già portato al -20 in classifica per i rosanero nella stagione 2018/19). Il nodo della questione è sempre l'operazione che ha portato alla cessione della controllata Mepal (che gestiva il marchio del Palermo) alla holding lussemburghese Alyssa. Il tutto per una cifra di 40 milioni, di cui soltanto 20 entrati nelle casse del club di viale del Fante, credito che però è scaduto lo scorso 30 giugno.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.