Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Prof sospesa, 400 docenti in suo sostegno
«Chiarimenti su procedimento disciplinare»

Redazione

Quasi quattrocento docenti, di cui 127 universitari, hanno firmato un documento di sostegno a Rosa Maria Dell'Aria, la professoressa di Palermo sospesa per un video dei suoi alunni che prospettava un confronto tra le leggi razziali del 1938 e il decreto sicurezza. Nella nota inviata al ministro Marco Bussetti, i docenti ribadiscono la richiesta di chiarimenti sul procedimento disciplinare, che non è stato mai revocato, promosso sulla base di un post sui social network. Lanciano poi un «grido di allarme che nasce dalla inesistente trasparenza attorno al provvedimento adottato» e mai revocato. Pongono quindi alcune domande: «Da quale violazione scaturisce, con quali modalità e da chi è stato attivato?». E ancora: «In che misura esso ha garantito un confronto interno con l'insegnante e il direttore scolastico e rispettato i principi di proporzionalità e di cautela? Quale pericolo avrebbe giustificato l'intervento della Digos in un edificio scolastico?».

Nel merito del provvedimento i quattrocento docenti sottolineano come la cosiddetta culpa in vigilando riguardi la sorveglianza sull'incolumità fisica degli alunni, mentre non concerne la didattica. «Ma anche se comprendesse aspetti didattici - aggiungono - questo genere di controllo non appare possibile nel caso specifico di un elaborato autonomo degli studenti e non sarebbe congruo col ruolo (di ricerca della verità, ndr) di un'insegnante». Nella nota viene segnalato un altro punto oscuro: la «supposta illegittimità del confronto» tra la prima pagina del Corriere della Sera sulle leggi razziali e il decreto sicurezza. I docenti esprimono quindi «dissenso per una simbolica intimidazione contro la libertà di insegnamento e contro il diritto di opinione, tutelati dalla Costituzione. Segnalano infine un rischio di «incompatibilità tra la libertà di insegnamento e il potere sanzionatorio discrezionale affidato ai dirigenti scolastici» dalla legge Madia. 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.