Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Almaviva, salta l'accordo tra l'azienda e i sindacati
Da settembre possibili licenziamenti. «Un dramma»

Dopo la fumata nera presso la sede di Sicindustria cresce la preoccupazione di Cigl, Cisl, Uil e Ugl. Che in una nota unitaria invitano il governo nazionale a intervenire. «Servono azioni strutturali per l'intero comparto dei call center»

Redazione

Foto di: Antonio Melita

Foto di: Antonio Melita

Fumata nera oggi, presso la sede di Sicindustria, alla conclusione dell'esame congiunto della procedura di attivazione unilaterale dell'ammortizzatore sociale (art.14 comma 1 D. Lgs 148/2015). Nessun accordo, quindi, tra Almaviva Contact e le organizzazioni sindacali per il sito di Palermo. L'azienda ha confermato la necessità di ricorrere al Fondo di integrazione salariale (Fis) fino al 60 per cento, a fronte dello scenario prospettato il 4 giugno scorso, e ribadito ieri al tavolo ministeriale, che prevede una riduzione drastica dei volumi pari al 70 per cento da parte dei committenti Tim e WindTre. 

Sempre l'azienda ha aggiunto che, in mancanza di interventi immediati di natura strutturale, sarà inevitabile a settembre l'avvio delle procedure di riduzione del personale. «L'incontro svoltosi ieri al ministero del Lavoro - dichiarano unitariamente Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Tlc - non ha prodotto soluzioni utili a affrontare nell'immediato le criticità di Almaviva Contact né tantomeno la crisi strutturale del settore. L'assenza di prospettive risolutive per il comparto, l'insostenibilità per i lavoratori delle condizioni poste dall'azienda, il drammatico taglio degli stipendi causato dall'ammortizzatore con percentuali senza precedenti, la perdita dei requisiti di accesso al bonus da 80 euro per i part time, unite alla previsione dei licenziamenti, impediscono di raggiungere qualunque intesa». 

«Non è più rinviabile - aggiungono i sindacati nella nota unitaria - da parte del governo un piano di interventi strutturali per il comparto, occorrono regole per gli appalti dei call center, misure per contrastare la delocalizzazione all'estero, il rispetto delle tabelle ministeriali sul costo del lavoro, l'istituzione di un fondo di settore anche per la riqualificazione». Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Tlc ribadiscono che «siamo di fronte all'ennesimo dramma occupazionale che non riguarda solo Almaviva Palermo ma coinvolge l'intera filiera produttiva dei call center, che solo in Sicilia occupa 20 mila addetti».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.