Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Giuseppe Graviano parte civile contro il pentito Grado
Uccise suo padre nell'82, ora chiede un risarcimento

In virtù di un'attenuante speciale per i collaboratori di giustizia, il reato risulta estinto per prescrizione e lui di conseguenza prosciolto. Ma il boss di Brancaccio presenta il conto e chiede un confronto diretto al processo valevole solo ai fini civili

Redazione

Reato prescritto. Anche se si tratta di uno o più omicidi commessi. Il pentito Gaetano Grado è stato prosciolto perché ha potuto godere dell'attenuante speciale riservata ai collaboratori di giustizia. Una notizia, però, accolta con amarezza da Giuseppe Graviano, il boss di Brancaccio all'ergastolo per le stragi del '92 e del '93 e per l'omicidio mafioso di padre Pino Puglisi. Tanto che ha fatto appello come parte civile, assieme ad altri familiari, contro il proscioglimento dell'uomo che il 7 gennaio '82 uccise suo padre, il boss Michele Graviano. Non si costituiscono tutti però. A fare una scelta diversa sono infatti il fratello ergastolano Filippo, che ha platealmente preso le distanze da questa decisione, e la sorella minore Nunzia, anche lei in passato condannata per mafia. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×