Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

De André, un murale per l'amico fragile vicino ai più deboli
Ghezzi: «Ha voluto affacciarsi al mondo per capire l'umanità»

Una giornata interamente dedicata a Faber, il celebre cantautore genovese che il Comune ha voluto celebrare con un dipinto ai Cantieri culturali alla Zisa. Per l'occasione è stata invitata anche la vedova: «Lui stesso è diventato più umano e amato non solo in quanto artista ma anche come persona»

Antonio Mercurio

«Avete scelto una foto che io amo in assoluto cogliendo meravigliosamente la sua espressione, ed è quella la cosa più difficile». Quando scoprono il murale che raffigura la sua immagine, Dori Ghezzi non nasconde l'emozione. La cantante vedova di Faber e presidente della Fondazione dedicata al celebre cantautore genovese scomparso 20 anni fa, stamane ha partecipato alla giornata organizzata dal Comune dal titolo Una goccia di splendore - Palermo per Fabrizio De André. Una serie di iniziative per celebrare l’immenso artista che con le opere e la forze del suo impegno ha lasciato un segno indelebile nella storia e nella cultura del nostro Paese, punto di riferimento per decine di generazioni. Il primo appuntamento è ai Cantieri culturali alla Zisa per l'inaugurazione del dipinto realizzato dai giovani allievi dell’Accademia di Belle Arti di Palermo.

L’opera raffigura l’artista mentre stringe la chitarra con alle spalle una rosa stilizzata, un chiaro riferimento a uno dei successi più noti dell'autore, ricordato anche per album indimenticabili come La buona novella e Non al denaro non all'amore né al cielo, come rivela il direttore dell’Accademia. «L’opera, prodotta con pittura molto resistente al quarzo e non con comuni bombolette, è stata interamente realizzata a pennello dagli studenti - spiega Mario Zito - Si è voluto dare l’effetto tipico della Pop art riprendendo l’immagine del fiore simbolo per eccellenza di una delle canzoni più conosciute di De André. Ringrazio l’amministrazione che ancora una volta ha avuto fiducia nei ragazzi - ha aggiunto - e questo segna una presenza ancora più forte dell’accademia in questi spazi». 

Ghezzi, che per lunghi anni ha vissuto con De André e che ha condiviso con lui anche l’esperienza traumatica del rapimento in Sardegna, poi sublimata nell'album L'indiano, ha particolarmente apprezzato il lavoro degli studenti ringraziandoli per il loro impegno: «Fabrizio ha sempre voluto uscire dalla sua nicchia e affacciarsi al mondo per capire meglio l’umanità - ha detto osservando il dipinto - Lui stesso è diventato più umano e amato non solo in quanto artista ma anche come persona. Via ringrazio per questa gioia che mi state dando che non dimenticherò mai - e poi, rivolgendosi al sindaco ha aggiunto - Palermo è una città che si è molto modernizzata ed è andata molto avanti». Nel corso della giornata le celebrazioni si sono spostate al Conservatorio Alessandro Scarlatti  con in programma l’esibizione degli studenti del Conservatorio.

«Oggi è il giorno della gratitudine De André - ha detto il sindaco Leoluca Orlando - Dopo anni di vergogna e di paura, in questa città stiamo cercando di costruire un nuovo umanesimo. Ed è questo il senso vero del mio grazie a un profeta che ha pensato possibile un mondo diverso in un tempo nel quale si aveva paura di chi era diverso. Lui, invece, ha avuto cura dei più deboli. In tempi come questi in cui rischia di tornare la paura per il fragile, credo che abbiamo un forte bisogno di riferimenti. E in una città nella quale io sono persona, noi siamo comunità, credo fosse questo il messaggio di De André contro le soffocanti logiche di appartenenza di gruppo. Ed è la ragione - ha concluso - per cui abbiamo scritto parlando di un cantore di umanità e profeta di libertà».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×