Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Arkus punta sul rapporto squadra-città
In cantiere un museo con cimeli rosanero

L'idea è stata lanciata oggi da Stefano Pistilli, ad di Arkus Netwkork, durante la conferenza stampa convocata al Barbera dalla nuova proprietà il giorno dopo la sentenza della Corte Federale d'Appello. Nei prossimi giorni inizierà la programmazione dell'area tecnica a cura del dg Lucchesi

Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Un museo rosanero a disposizione della città. L’idea è stata lanciata oggi da Stefano Pistilli, amministratore delegato di Arkus Network, durante la conferenza stampa convocata al Barbera dalla nuova proprietà del Palermo il giorno dopo la sentenza della Corte Federale d’Appello che ha restituito la serie B al club di viale del Fante. «Tra le iniziative – spiega il director di Gepro Investments, società attraverso la quale Pistilli detiene la maggioranza delle quote del gruppo Arkus – c’è quella di reperire il maggior numero possibile di cimeli e allestire un museo (la cui location deve essere ancora individuata, ndr) attraverso il quale ripercorrere la storia della società in modo da attirare l’attenzione dei cittadini e anche dei turisti, italiani e stranieri. Il museo rientra nel nostro progetto finalizzato a coinvolgere il tessuto cittadino».

Il tema del coinvolgimento della città è stato uno dei tasti toccati dai proprietari rosanero nel corso dell’odierna conferenza stampa in cui l’aspetto economico-finanziario (da segnalare, al riguardo, un comunicato dell’imprenditore Dario Mirri nel quale, prendendo atto degli input inviati nel pomeriggio dal direttore finanziario di Arkus, Salvatore Tuttolomondo, il titolare della Damir ha dato la sua disponibilità a risolvere il contratto relativo alla gestione quadriennale della pubblicità allo stadio purché gli venga corrisposta la stessa cifra – 2,8 milioni – messa a suo tempo a disposizione del Palermo) e quello relativo alle prospettive sul fronte societario (e a proposito di vicende societarie domani è in programma in Tribunale l’udienza che riguarda il procedimento legato alla richiesta di commissariamento avanzata dalla Procura federale) hanno prevalso sugli argomenti di natura tecnica. Settore di competenza del dg Fabrizio Lucchesi.

«Il mio lavoro, in pratica, inizia oggi ed è questo il motivo per cui finora mi avete visto poco. Sono stati venti giorni molto utili e che mi hanno aiutato a capire come funziona l’azienda. Ho raccolto diverse informazioni e sono molto soddisfatto per la disponibilità che ho ricevuto da collaboratori e dipendenti. E’ terminato un ciclo e sta iniziando, adesso, un nuovo percorso. Il futuro di Delio Rossi e Foschi? Con il primo ci siamo già incontrati, con Rino dovremo ancora parlare e approfondire dei discorsi relativi all’organizzazione del lavoro e delle funzioni. In ogni caso, inizieremo a programmare dalla prossima settimana. I nostri tifosi, che ci hanno aiutato molto in questo periodo, credo che potranno avere la pazienza di aspettare altri tre-quattro giorni. Le idee sono abbastanza chiare e sta per avere inizio la fase in cui ci sarà da mettere nero su bianco».

La squadra, intanto, questa mattina ha sostenuto al Tenente Onorato (attivazione e lavoro in palestra) l’ultimo allenamento stagionale. E restando nell’ambito delle vicende legate al campo, ha parlato l’ex tecnico rosanero Roberto Stellone che a PianetaSerieB ha commentato il parziale accoglimento da parte della Corte Federale d’Appello del ricorso presentato dal club: «Dopo la precedente sentenza è stata finalmente fatta giustizia. Dispiace perché il gruppo era in grado di lottare per la promozione in serie A ma per come si erano messe le cose è un buon risultato. Sono felicissimo per la città, per i ragazzi e per la nuova società».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×