Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Palermo: Corte d’Appello respinge l’istanza cautelare
Domani partiranno regolarmente i play off di serie B

La CFA ha esaminato e rigettato il ricorso d’urgenza del club di viale del Fante che chiedeva la sospensiva dei play off. Si parte domani con Spezia-Cittadella. Nessuna novità invece sulla richiesta della retrocessione in serie C: la seduta è in programma giovedì 23 maggio

Luca Di Noto

Foto di: Luca Di Noto

Foto di: Luca Di Noto

Altre brutte notizie per il Palermo: la Corte Federale d’Appello ha infatti rigettato l’istanza cautelare formulata dal club di viale del Fante per chiedere la sospensione dei play off. E le gare in programma (Spezia-Cittadella e Verona-Perugia) partiranno dunque regolarmente domani. Tutto come da copione, insomma. Dopo le designazioni arbitrali delle gare in questione – arrivate nel primo pomeriggio di oggi – era lecito attendersi un mancato accoglimento delle richieste dei rosa, nonostante l’ottimismo che filtrava dalla società. Il Palermo dunque non disputerà i play off, ma nulla è ancora detto sulla retrocessione in serie C richiesta in primo grado dal Tribunale Federale Nazionale. Queste, sostanzialmente, le motivazioni che hanno portato la Corte Federale d’Appello a respingere la richiesta dei rosa, la sospensiva sui play off:

Considerato che, nella fattispecie, appare inconfigurabile anche il presupposto del periculum in mora, atteso:
i) che l’inizio della disputa della fase finale del campionato (play off) non impedirebbe alla Lega di serie B – preso atto della eventuale decisione di accoglimento dell’appello della società U.S. Palermo e della conseguente necessità di assicurare effettiva ed efficace esecuzione alla stessa – di valutare, nell’ambito dell’autonomia assegnatale dall’ordinamento federale, l’annullamento delle gare play off eventualmente disputate e, quindi, ridefinire la lista delle aventi diritto a partecipare (nonché il relativo calendario) alla disputa della predetta fase finale per la individuazione della terza società del campionato di serie B titolata ad approdare nella categoria superiore;
ii) l’interesse prevalente delle altre società all’ordinario svolgimento della fase finale dei play off, come da classifica definita all’esito del giudizio di prime cure;
iii) l’interesse – anche sotto il profilo organizzativo – della stessa Lega di serie B, quale organizzatrice del campionato di categoria, che, nell’ambito della sfera di autonomia alla stessa riservata, ha legittimamente ritenuto di dare immediata esecuzione alla decisione del Tribunale Federale Nazionale, provvedendo a riscrivere la griglia dei play off ed annullando la disputa dei play out, non più necessari alla luce della riscrittura di fatto effettuata – iussu iudicis – dal Tribunale Federale Nazionale, che vede aggiungersi, quale quarta squadra, la reclamante U.S. Palermo alle ultime tre società in classifica già retrocesse per effetto dei risultati acquisiti “sul campo”.

Motivazioni che dunque lascerebbero un barlume di speranza ai rosa, considerando che successivamente la Lega B potrebbe valutare l’annullamento delle gare play off già disputate. La sensazione comune è, comunque, che difficilmente, una volta iniziati gli spareggi per andare in serie A, si possa poi tornare indietro. In ogni caso, scorrendo l’ordinanza della Corte d’Appello, si capisce come oggi siano state discusse soltanto le «ragioni d’urgenza». Il ricorso in appello del Palermo per evitare l’ultimo posto e la conseguente retrocessione in serie C verrà invece discusso tra una settimana, giovedì 23 maggio, a partire dalle 14,30. E a questo punto, l’obiettivo primario è quello di mantenere, quantomeno, la categoria.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×