Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Stop dal Tar all'espulsione di Paul
E Biagio Conte sospende digiuno

Ieri sera ha sciolto le catene che teneva alle caviglie e da piazza è tornato alla Missione Speranza e Carità. La decisione del missionario laico dopo arriva dopo la pressante richiesta dell'arcivescovo di Palermo 

Stefania Brusca

Foto di: Antonio Melita

Foto di: Antonio Melita

Ieri sera ha sciolto le catene che teneva alle caviglie e dalla piazza dedicata a don Pino Puglisi, Biagio Conte è tornato alla Missione Speranza e Carità. Il Tar ha infatti sospeso il provvedimento di espulsione di Paul, il 51enne ghanese che da 17 anni vive a Palermo e da oltre dieci anni vive e lavora come idraulico alla Missione. Dopo diciassette giorni senza cibo, su invito dell'arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice, il missionario laico ha deciso di sospendere il digiuno. 

Una decisione arrivata dopo un'iniziale resistenza, ma il missionario laico si dice «pronto a tutto» per tutelare PaulLa decisione dei giudici amministrativi deriva dal fatto che a loro avviso sussiste il «danno grave e irreparabile» evidenziato dalla difesa dell'uomo, se venisse all'allontanamento dall'Italia in forza del mancato rinnovo del permesso di soggiorno. In sede collegiale decideranno l'11 giugno. Continua dunque la penitenza di Fratel Biagio, per stare vicino anche ai tanti altri Paul in Italia. Un gesto quello del missionario laico che va  al di là della situazione del 51enne e che abbraccia il tema dell'accoglienza. Sono tante le persone che lo hanno accompagnato in questi giorni e che adesso si stringono a lui. Da esponenti del mondo politico e religioso, sindaco e arcivescovo in testa, fino ai numerosi abitanti della città e di Brancaccio che hanno partecipato numerosi alle tante messe in strada tenute dall'inizio del periodo di digiuno.

Fratel Biagio e tutta la Missione di Speranza e Carità hanno poi lanciato oggi una proposta che è diretta a tutti «i fratelli e le sorelle che oggi in Italia vivono una sofferenza simile o uguale a quella di fratello Paul». In pratica si tratta di: «fare una sanatoria che regolarizzi la posizione di queste persone. Per fare questo si può pensare che in tutti quei campi di lavoro dove c'è tanta carenza di lavoratori disponibili anche italiani, si possa regolarizzare questi fratelli dando loro eventualmente anche la possibilità di una formazione al lavoro». Allo stesso tempo, cosi come potrebbe applicarsi nel caso di Paul, «è necessario che si dia la possibilità a molte realtà di accoglienza e di volontariato - dicono dalla Missione -  di poter regolarizzare la posizione di alcuni cooperanti volontari e missionari che in modo spesso gratuito si spendono per il bene della comunità e spesso dei più deboli, ammalati italiani e stranieri». 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.