Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Palermo, la sentenza del TFN è durissima
Rosanero all’ultimo posto e retrocessi in C

Il Tribunale federale nazionale ha accolto la richiesta della Procura, condannando i rosa all’ultimo posto e, conseguentemente alla terza divisione. Dichiarato inammissibile il deferimento nei confronti di Zamparini. Il club di viale del Fante ricorrerà sicuramente in appello, in una decina di giorni arriverà il verdetto

Luca Di Noto

Foto di: Luca Di Noto

Foto di: Luca Di Noto

Una città intera era in attesa, poi nel primo pomeriggio è arrivata la sentenza di primo grado del Tribunale federale nazionale. E la decisione è durissima. Il TFN ha infatti accolto in toto la richiesta della Procura Federale condannando il Palermo all’ultimo posto in serie B e alla conseguente retrocessione in serie C. Il club di viale del Fante è stato sanzionato per illecito amministrativo, per via di una serie di irregolarità gestionali da parte di alcuni ex dirigenti, tra cui l’ex patron Maurizio Zamparini, nei confronti del quale il Tribunale ha dichiarato inammissibile il deferimento. Lo stesso organismo ha invece inflitto cinque anni di inibizione e preclusione (cioè radiazione) ad Anastasio Morosi, ex presidente del Collegio sindacale, e due anni di inibizione a Giovanni Giammarva, ex presidente del Consiglio d’Amministrazione del club siciliano. Il quadro dipinto dalla sentenza parla dunque di gravi illeciti sui bilanci che avrebbero consentito al club siciliano di ottenere l’iscrizione ai campionati tra il 2014 e il 2017.

Il Palermo ricorrerà comunque entro 48 ore alla Corte d’Appello Federale e non è detto che quest’organismo confermi la decisione di primo grado. La sentenza ha inoltre delle pesantissime conseguenze sulla classifica, completamente ridisegnata dalle decisioni del Tribunale: con il Palermo retrocesso all’ultimo posto, infatti, il Benevento diventa terzo e il Pescara quarto, mentre in ottava posizione sale il Perugia che così prenderà parte ai play off. Novità anche nella bassa classifica, con il Venezia salvo e il Foggia che invece disputerebbe i play out contro la Salernitana. Verosimilmente, però, si opterà per un rinvio di play off e play out, in modo tale da aspettare che la giustizia faccia il suo corso e che si esauriscano tutti i gradi di giudizio, prima di arrivare a una sentenza definitiva. Sentenza che potrebbe anche comportare una sanzione minore per i rosanero, come una penalizzazione in classifica, ma che potrebbe comunque evitare la retrocessione in serie C.

Intanto, dopo aver appreso la decisione del Tribunale Federale, arrivano anche le prime reazioni da ambienti vicini alla società. Il primo a parlare, in tal senso, è il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando: «Una decisione che colpisce tutta la città, che non tiene conto dei risultati sportivi ed ancor più dolorosa se si tiene conto dei risultati raggiunti dalla squadra durante la stagione. Una decisione rispetto alla quale valuteremo, anche come Amministrazione comunale, quali siano i margini di appello». A oggi, però, la realtà è durissima e se anche i successivi gradi di giudizio dovessero confermare la sentenza di primo grado, la città e il Palermo dovranno rassegnarsi a disputare il prossimo campionato di serie C. A questo punto, però, bisognerà aspettare il verdetto della Corte d’Appello che arriverà in una decina di giorni.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.