Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Intercettazione Tutino-Crocetta, giornalisti Espresso a giudizio
Legale medico: «Fiduciosi che finalmente venga fatta giustizia»

Dopo la condanna in sede civile, i giornalisti Messina e Zoppi e l'ex direttore del settimanale Vicinanza vengono rinviati a processo per diffamazione aggravata a mezzo stampa. I fatti risalgono all'articolo del 2015 e alla presunta frase su Lucia Borsellino

Silvia Buffa

Foto di: Foto Facebook

Foto di: Foto Facebook

«Attendiamo fiduciosi che finalmente venga fatta giustizia e che i responsabili vengano condannati per amore della verità, a tutela dell’offeso e di tutta la collettività». È un commento pieno di ottimismo quello dell'avvocata Sabrina Donato, che rappresenta il medico Matteo Tutino, rispetto alla citazione in giudizio dei giornalisti Piero Messina, Maurizio Zoppi e dell'ex direttore de L'Espresso Luigi Vicinanza. «A conclusione delle indagini preliminari svolte dalla procura - si legge infatti nel decreto - i giornalisti sono citati in giudizio per il reato di diffamazione aggravata a mezzo stampa perpretrata in danno del dottor Tutino». La prima udienza è fissata per metà luglio. 

I fatti sono ormai noti e risalgono al 16 luglio 2015, data in cui viene pubblicato sul settimanale l'articolo intitolato Mettiamoci una crocetta sopra, in cui i due giornalisti fanno riferimento a una presunta frase pronunciata dall'ex primario del reparto di Chirurgia plastica dell'ospedale Villa Sofia di Palermo, in una telefonata con l'allora presidente della Regione Rosario Crocetta. «Va fatta fuori come il padre», avrebbe detto il medico riferendosi all'allora assessora regionale Lucia Borsellino, figlia del magistrato Paolo Borsellino ucciso nella strage di via d'Amelio il 19 luglio 1992. Una frase che, a detta dei giornalisti e del direttore del settimanale, sarebbe esistita in un'intercettazione ad oggi, però fantasma, mai saltata fuori. 

«Il decreto in questione - precisa ancora l'avvocata Donato - è stato altresì trasmesso al Consiglio nazionale dei giornalisti e all'Ordine professionale di appartenenza di Messina e Zoppi ai fini dell'adozione dei provvedimenti di competenza». Tutti e tre sono stati già condannati a giugno scorso in sede civile dal tribunale di Palermo a risarcire complessivamente circa 30 mila euro al dottor Tutino, mentre altri 20 mila euro li avrebbe dovuti versare il gruppo editoriale L'Espresso. Ad aprile, invece, sempre del 2018 gli stessi erano stati condannati a risarcire di circa 57mila euro anche l'ex governatore Crocetta. 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.