Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Volata promozione, la carica di Bellusci
«Lecce? Noi pensiamo solo al Cittadella»

La mente del difensore rosanero è assorbita dalla gara interna con i veneti che, a seconda del risultato dei salentini, potrebbe valere la serie A. Almeno sul campo: «Parlano per depotenziarci ma l'unico giudice è il rettangolo di gioco». Prezzi speciali per il match in programma sabato alle 15

Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Foto di: Antonio La Rosa

Il vero Capitan America indossa la maglia rosanero e si chiama Giuseppe Bellusci. Un difensore che, come il personaggio dei fumetti creato da Simon e Kirby nel 1941, esprime i suoi poteri attraverso la forza e la resistenza del proprio scudo. Utilizzato, ad esempio, lo scorso 4 febbraio dopo la gara interna con il Foggia per difendere la squadra fischiata dai tifosi e, adesso, anche per proteggere il gruppo dagli attacchi dei nemici: «C’è chi vuole provvedimenti nei confronti del Palermo? Magari si parla e si giudica senza sapere – ha sottolineato il numero 2 rosanero in relazione soprattutto all’esposto presentato nei giorni scorsi da nove club di B che hanno chiesto l’esclusione dei rosa dal campionato per le presunte irregolarità gestionali della società – da fuori l’impressione è che le voci che circolano dipendano da un timore nei confronti del Palermo. Che si cerca di depotenziare e al quale si dà fastidio. Questo, però, è un ambito che non è di mia competenza. Io faccio il calciatore e penso solo ed esclusivamente al campo. Certe decisioni verranno prese nelle sedi opportune. In questo momento l’unico giudice è il campo ed è proprio il rettangolo di gioco che bisogna fare parlare. È chiaro che cambia la prospettiva in base a dove uno si trova, se sei un giocatore del Palermo o se fai parte dello 'schieramento' di chi potrebbe avere dei benefit attaccandoci, ma ripeto che l’unico giudice è il campo e il resto sono solo chiacchiere».

La mente di Bellusci è assorbita dal match casalingo contro il Cittadella che, a seconda del risultato del Lecce impegnato in casa contro lo Spezia, potrebbe valere la serie A: «Noi siamo concentrati sulla nostra gara. Una partita non semplice e da prendere con le pinze contro un avversario con uno stile di gioco che propone a prescindere da chi affronta. Un avversario temibile come hanno dimostrato sia la gara della scorsa stagione persa al Barbera sia il sofferto match del girone di andata. Dobbiamo scendere in campo concentrandoci solo sul nostro impegno e sul nostro obiettivo senza pensare al Lecce. Al triplice fischio dell’arbitro chiederemo informazioni alla panchina e poi eventualmente festeggeremo». Durante l’incontro, tuttavia, i giocatori inevitabilmente capiranno cosa succede al Via del Mare attraverso le reazioni del pubblico: «Quella con il Cittadella è una partita fondamentale e spero che ci sarà il pienone. Sono sicuro che sabato verrà fuori l’amore che questa piazza prova nei confronti della squadra. Spero ci sia tanta gente in attesa che, magari, possa accadere un miracolo». 

Per il secondo anno di fila i rosanero saranno chiamati al tramonto del campionato ad affrontare una situazione borderline, in bilico tra il sogno legato alla promozione diretta e la lotteria dei playoff: «Le aspettative all’inizio della stagione erano diverse e, complice l’involuzione accusata nel girone di ritorno, il problema è di natura mentale. C’è lo spettro dei fantasmi della scorsa stagione. Spettro che dobbiamo cercare di eliminare pensando solo al campo e a soddisfare le richieste dell’allenatore». Un tecnico che ha già conquistato Bellusci: «Rossi è un insegnante, non guarda l’età e coloro che si allenano bene seguendo le sue direttive raccolgono i frutti. Anche se sono un po’ più esperto e più grande rispetto alla media del gruppo condivido in pieno la filosofia del mister. Con lui - ha aggiunto - abbiamo cercato di resettare e stiamo un po’ di più in campo a curare i dettagli. Penso che ad Ascoli si sia visto qualcosa di diverso». Ecco un esempio di rottura rispetto alle ultime uscite: il difensore calabrese - che nel corso della conferenza odierna al Tenente Onorato si è pronunciato anche sull'arrivo dei nuovi proprietari («Ci hanno tranquillizzato dicendoci che sono qui a garanzia del futuro del Palermo») - sabato non è stato ammonito. «Troppe ammonizioni? È questo il mio carattere e il mio temperamento - sottolinea il giocatore più sanzionato di questo torneo cadetto con 15 ammonizioni e due espulsioni di cui una per somma di cartellini gialli – a volte porta dei benefici e a volte no. È il mio modo di fare, che non cambierò mai, e non mi faccio condizionare da ciò che viene scritto».

A proposito di contenuti veicolati dai media, però, Bellusci ha voluto fare una precisazione: «Sono state riportate male alcune mie dichiarazioni rilasciate sabato dopo la partita in merito ad un mio eventuale desiderio di tornare ad Ascoli. È la squadra per la quale tifo (e in cui ha giocato dal 2006 al 2009 con uno score di 39 presenze in gare ufficiali e un gol, ndr), non lo nego e mai lo farò, ma ho detto che in questo momento tutte le mie energie sono concentrate esclusivamente sul Palermo e sull’obiettivo da centrare con la maglia rosanero. Al termine della stagione, nel momento in cui sarà chiuso il discorso che riguarda il campo e la categoria in cui ci troveremo, ci sarà il calciomercato e – conclude il difensore classe 1989 legato al club di viale del Fante fino al 30 giugno 2020 - vedremo in quella circostanza cosa succederà».

Per la sfida con il Cittadella in programma sabato alle 15, per la quale dovrebbe recuperare Nestorovski indisponibile sabato scorso a causa di un affaticamento muscolare accusato alla vigilia nel corso della rifinitura, ci saranno prezzi speciali con Curve a 5 euro e Tribuna Montepellegrino (Inferiore Laterale, Superiore Centrale e Superiore Laterale) a 10 euro. Confermate le tariffe ridotte per donne, Under 18 e Over 65. I tagliandi, in vendita da domani alle 12 presso le rivendite Vivaticket autorizzate, su Internet (solo a tariffa intera) e presso gli Store Ufficiali, da mercoledì saranno acquistabili anche al botteghino Sud dello stadio Renzo Barbera.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.