Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Palermo, tutto pronto per Delio Rossi-ter
Torna in panchina uno dei tecnici più amati

Non c’è ancora l’ufficialità. L’allenatore, in città stasera, avrebbe già trovato l’accordo con Foschi, ma deve prima svincolarsi dal Levski Sofia. Indelebili nella memoria dei tifosi le lacrime dopo il ko con l’Inter nella finale di Coppa Italia giocata all’Olimpico

Luca Di Noto

Corsi e ricorsi storici spesso nel calcio si susseguono. Capita continuamente e un po’ ovunque e anche il Palermo non può sottrarsi a questa serie di situazioni. Dalle lacrime dell’Olimpico, dove il suo Palermo perse la finale di Coppa Italia contro l’Inter il 29 maggio del 2011 con il momento probabilmente più alto del club rosanero, a uno dei momenti più complicati della società di viale del Fante con la crisi societaria che ha pesantemente condizionato la stagione dei siciliani. Ciò che è ormai certo è che Delio Rossi, tecnico classe 1960 nativo di Rimini, in queste ore sta trovando l’accordo con il suo conterraneo Rino Foschi, presidente cesenate del Palermo. Sostanzialmente manca soltanto l’ufficialità, ma sarà dunque il romagnolo, uno dei tecnici più amati dai tifosi rosanero insieme a Guidolin e a Corini, il sostituto di Roberto Stelloneesonerato all’indomani del deludente pareggio interno contro il Padova.

Otto anni dopo dunque Rossi tornerà a Palermo, una delle piazze dove ha lasciato un ottimo ricordo. Il tecnico è però ancora sotto contratto con il Levski Sofia: quella con la squadra bulgara è stata la sua ultima esperienza da allenatore con un contratto biennale firmato nel 2017 e un esonero arrivato lo scorso luglio. Dovrà dunque rescindere il contratto con il Levski prima di trovare l’accordo con il club di viale del Fante. Il presidente Foschi lo avrebbe comunque già convinto a firmare un contratto fino al prossimo giugno con opzione per il prossimo anno in caso di promozione in serie A e stasera l’allenatore arriverà in città con un volo proveniente da Roma. Per Delio Rossi sarà la terza esperienza alla guida del Palermo: la prima volta subentrò nel 2009 a Walter Zenga, mentre nel 2010/11 fu esonerato dopo lo 0-7 interno contro l’Udinese, tornando dopo la parentesi Cosmi e pareggiando alla prima gara per 2-2 contro il Cesena.

Statisticamente Delio Rossi è stato l’allenatore più vincente nella storia del club rosanero: nel 2009/10 (subentrato a Zenga) chiuse il campionato al quinto posto a quota 65 punti, con 18 vittorie, a due lunghezze dalla Sampdoria che centrò la qualificazione in Champions League. Successivamente porta i rosanero alla finale di Coppa Italia persa poi per 3-1 contro l’Inter all’Olimpico di Roma. Resta sicuramente scolpita in maniera indelebile l’immagine delle sue lacrime davanti ai 40mila tifosi che assiepavano l’intera Curva sud e parte delle tribune dell’Olimpico. Lacrime che coincisero con il suo addio ai siciliani. Delio Rossi ha sempre conservato un ottimo ricordo delle squadre allenate in passato. Ha al suo attivo tre promozioni dalla serie B alla serie A con Salernitana, Lecce (ai danni del Palermo nel 2002/03), e Bologna (nel 2015 da subentrante a Diego Lopez): con i felsinei conquistò la serie A ai play off. In carriera ha guidato anche Foggia, Pescara, Genoa, Atalanta, Lazio, Fiorentina e Sampdoria.

Un cambio alla guida tecnica, questo, che ricorda quello dello scorso anno: anche nella passata stagione, infatti, il cambio in panchina con Stellone chiamato al posto di Tedino arrivò a quattro giornate dalla fine della regular season. Mister Rossi avrà dunque dodici punti a disposizione per garantire ai rosa uno dei due posti che significano promozione diretta in serie A. In caso contrario i rosa dovranno passare dalla lotteria dei play off. Domani intanto in casa Palermo si torna a parlare: dopo il silenzio successivo alla gara contro il Padova, infatti, il presidente Foschi incontrerà domani pomeriggio i giornalisti presso la sala stampa del Tenente Onorato di Boccadifalco. E chissà che con Foschi non ci sia anche il nuovo allenatore rosanero.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×