Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Differenziata, sindaco riceve i primi dati dal tavolo tecnico
Via a misure per l'incremento e il contrasto all'abbandono

A seguito della relazione ed elaborando alcune delle proposte e criticità emerse durante i lavori, il sindaco ha inviato tre note distinte a RAP, SISPI e Aree della Ragioneria generale, dell’Ambiente e della Polizia Municipale per l'adozione di nuovi provvedimenti

Redazione

Foto di: Silvia Buffa

Foto di: Silvia Buffa

Nuove iniziative in materia di differenziata da parte del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che ha ricevuto nei giorni scorsi una relazione sull'andamento dei lavori del Tavolo tecnico per l'incremento della raccolta differenziata, da lui stesso istituito ad inizio del 2018 e che ha portato al coordinamento di tutte le azioni delle aziende e delle aree comunali interessate, raggiungendo a marzo il risultato del 20 per cento di differenziata in costante aumento. A seguito della relazione ed elaborando alcune delle proposte e criticità emerse durante i lavori del Tavolo, il sindaco ha inviato tre note distinte a RAP, SISPI e Aree della Ragioneria generale, dell’Ambiente e della Polizia Municipale per l'adozione di nuovi provvedimenti volti a favorire l’incremento della raccolta differenziata ed il contrasto dell’abbandono illecito dei rifiuti. 

I punti trattati sono tre. L’applicazione integrale del Regolamento sulla TARI nella parte che riguarda forme premiali per i cittadini che conferiscono i rifiuti differenziati, l’apertura di nuovi CCR, dando priorità alle Zone Nord ed Ovest della città, il contrasto alla raccolta e all’abbandono illecito di rifiuti da parte di ditte e privati non autorizzati. Nella prima nota, inviata alle Aree della Ragioneria generale e dell’Ambiente, nonché alla RAP e alla SISPI, il sindaco dispone che «entro il mese di settembre si dotino di strumenti idonei alla effettiva applicazione dell’art. 10, comma 3, lettera E) del regolamento sulla TARI». Il comma in oggetto prevede che «La tariffa si applica in misura ridotta del 30 per cento nella quota variabile alle utenze domestiche che effettuino la raccolta differenziata e previa misurazione individuale, effettuata con specifici strumenti, presso apposite isole ecologiche di un quantitativo di rifiuti differenziata pari ad almeno 200 chili su base annua». 

Con l’attivazione del CCR di Brancaccio e l’imminente attivazione di quello di piazzetta della Pace – afferma il Sindaco – la città si è finalmente dotata tramite la RAP degli strumenti tecnici idonei per l’effettiva implementazione di questa norma, che può svolgere una funzione premiale fondamentale per stimolare l’effettivo corretto smaltimento differenziato da parte dei cittadini. Questo è inoltre un motivo in più per accelerare proprio sulla realizzazione degli altri CCR, che come dimostrato da quello di Brancaccio riscuotono grande successo in termini di risultati e, soprattutto, stimolano i cittadini ad una sempre maggiore e corretta collaborazione per lo smaltimento dei rifiuti e il decoro della città. E proprio in materia di CCR, con la seconda nota, inviata alla RAP, all’aera dell’Ambiente e a quella del Patrimonio, il sindaco sottolinea «l’urgenza e l’opportunità che oltre a quello già avviato a Brancaccio e quello in via di apertura a Borgo Vecchio, siano individuati tempi e modalità, comunque entro il 2019, di almeno altri due CCR nella zona Nord e nella zona Ovest della città, quest’ultimo a servizio dell’ampia area a monte della circonvallazione». 

Infine, con una terza nota inviata al Comando della Polizia Municipale, il Sindaco, nel accogliere «favorevolmente la programmata integrazione del nucleo destinato alla repressione del fenomeno con nuove unità di personale, invita a valutare con urgenza l’adozione di provvedimenti ulteriori volti al contrasto del trasporto illecito, eventualmente tramite l’individuazione di un’area presso cui custodire i mezzi sottoposti a sequestro che in atto vengono affidati ai proprietari senza garanzia alcuna che non continui il loro utilizzo illecito».

(Foto d'archivio)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×