Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Blutec, sit-in dei lavoratori davanti la prefettura
Fiom: «Il Governo inizi confronto serio con Fca» 

A preoccupare tute blu e sindacati lo stallo in cui è piombato il sito dopo l'addio di Fiat e la mancata realizzazione del piano di rilancio: «Se i vertici non restituiranno i debiti, Invitalia potrà farsi carico della progetto in attesa di trovare un nuovo partner»

Antonio Mercurio

Stamane sit-in degli operai Blutec davanti alla prefettura di Palermo. I lavoratori, poco meno di un centinaio, protestano per il mancato rispetto degli impegni aziendali per il rilancio del sito industriale di Termini Imerese e lo sblocco della cassa integrazione dal primo di gennaio per i circa mille lavoratori tra 570 ex Fiat e 300 dell'indotto. A preoccupare tute blu e sindacati la situazione di stallo in cui è piombato il sito palermitano dopo l'addio dell'azienda del Lingotto nel 2011 e la mancata realizzazione del piano di rilancio industriale. 

Un quadro di incertezza amplificato dall’inchiesta per una presunta malversazione ai danni dello Stato della procura di Termini, poi trasferita a Torino dopo il pronunciamento del riesame che ha rimesso in libertà i vertici, il presidente Ginatta e l'a.d. Di Cursi. Nonostante siano tornati entrambi in libertà, Attualmente la società è ancora sotto sequestro gestita dal commissario Giuseppe Glorioso. Ma non è chiaro quale sarà l’esito della vicenda. «La mancata erogazione degli ammortizzatori sociali sta creando grande sofferenza per tutti i dipendenti Blutec e dell’indotto - afferma Roberto Matrosimone segretario Fiom Cgil Sicilia in attesa di essere ricevuti - Ci sono mille lavoratori che aspettano una risposta che deve arrivare dal ministero del Lavoro».

E poi c’è la questione del progetto di reindustrializzazione mai realmente decollato: «In attesa che il tribunale di Torino si esprima, chiediamo a Di Maio di iniziare un confronto serio con Fca per capire quali siano le sue reali intenzioni su Termini Imerese - prosegue - E poi vogliamo sapere quale sarà il futuro dello stabilimento. Se il prestito non verrà restituito dai vertici Blutec, Invitalia può rientrare nel capitale sociale. E se Fca si tira fuori, Invitalia si farà carico della progetto in attesa di trovare un nuovo partner che possa rimettere dentro i mille lavoratori che attendono da sette anni il rilancio» conclude.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.