Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Cecireddi, i biscotti di qualità al sapore di riscatto
Nati dall'unione di Libera Terra e Cotti in Fragranza

L'eccellenza agroalimentare con una finalità di interesse collettivo. Una collaborazione, quella tra le due cooperative sociali, che non si ferma qui ma che proseguirà con un percorso di scambio e di confronto con le realtà che gestiscono beni confiscati

Stefania Brusca

Costruire realtà di eccellenza e di riscatto, utilizzando l'impresa come strumento per raggiungere benefici nell'interesse collettivo. Un matrimonio, quello con il terzo settore, che per Libera Terra ormai dura da più di 15 anni. Adesso per la cooperativa, che si occupa di recupero e riuso dei terreni confiscati alla mafia, è arrivato il momento di compiere un altro passo avanti e calarsi ancora di più nella realtà del territorio. Da questa ricerca nascono i biscotti artigianali salati Cecireddi Libera Terra, grazie alla collaborazione del Consorzio Libera Terra Mediterraneo con Cotti in Fragranza, il laboratorio artigianale di prodotti da forno che crea e sforna bontà dentro il carcere minorile di Palermo. Promuove così una stabile inclusione nella società e nel mondo del lavoro dei giovani del Malaspina.

Il Consorzio «racchiude nove cooperative sociali in quattro regioni italiane - spiega Valentina Fiore, Ad del Consorzio Libera Terra Mediterraneo Coop.Soc -. Il recupero dei terreni avviene attraverso la realizzazione di prodotti biologici, agroalimentari e vitivinicoli, e l'inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati. Ma anche attraverso la riscoperta delle nostre tradizioni enogastronomiche. Siamo ormai in una fase avanzata del progetto e abbiamo cercato di capire quale poteva essere un ulteriore step di crescita, puntando sull'attenzione al territorio e sulla ricaduta positiva che può avere un bene confiscato riassegnato per uso sociale. Da lì è nata l'idea di individuare soggetti cooperativi che hanno il nostro stesso approccio al lavoro e alla produzione». 

L'incontro con Cotti in Fragranza, spiega Fiore, significava condividere Libera Terra, e tutto quello che significa, con qualcun altro che avesse le stesse finalità, e insieme una maggiore contaminazione col territorio: «L'idea di una ricetta nuova, fatta con i nostri ingredienti, è nata un po' per provare e sperimentare e devo dire che dopo alcuni tentativi, grazie anche allo chef Catalano, siamo riusciti a individuare effettivamente un prodotto valido, originale che tiene insieme le caratteristiche delle due cooperative socialila qualità, la genuinità, l'origine delle materie prime. L'eccellenza agroalimentare con una finalità di interesse collettivo». 

Ma l'esperienza non si vuole fermare qui. L'idea è anche quella di coinvolgere i ragazzi che lavorano al laboratorio in percorsi di scambio e di confronto con le realtà che gestiscono beni confiscati. «Pensiamo di portarli sui terreni confiscati - aggiunge l'ad - e fargli capire le nostre modalità produttive, per conoscere realtà che esistono sul territorio, storie che non sono state semplici. Ad esempio chi ha scelto di andare a lavorare in una cooperativa nel corleonese, ha fatto una vera e propria scelta di vita, non ha scelto soltanto un lavoro. Questo potrebbe motivarli anche in vista di una loro scelta futura. Speriamo che questo percorso possa essere un elemento di arricchimento anche a livello personale». 

Una ricetta nuova, si diceva: farina di ceci, l'olio extra vergine di oliva, la marmellata di limoni.Per Libera Terra questa è una delle collaborazioni che sta cercando di attivare, andando a cercare chi vede l'impresa come puro strumento per ottenere obiettivi concreti e autosostenibili nel tempo. «Tra le colture tipiche e le ricette, gli ingredienti della nostra tradizione- conclude Fiore - per noi è un orgoglio riuscire a portare nel mondo anche  storie della nostra terra di qualità, di eccellenza e di riscatto». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×