Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Slava's Snowshow, i clown fanno i miracoli al Biondo
Tutto esaurito e i bambini che giocano felici in galleria

Si è concluso ieri, con l'ennesimo pienone, lo spettacolo ideato dal mimo russo Slava Polunin. Una vera e propria festa, tra palloncini che rimbalzano in galleria e gag poetiche, in vista dell'arrivo del nuovo direttore artistico conteso tra Comune e Regione

Andrea Turco

Il tutto esaurito ormai è una prassi. Sono poche le costanti del teatro Biondo in questi anni - e da mesi l'incertezza regna sovrana, specie per l'assenza di un direttore artistico dopo l'allontanamento forzato di Roberto Alajmo - ma tra queste ce n'è certamente una lieta: Slava's Snowshow fa il pienone ogni anno. Lo spettacolo ideato dal mimo russo Slava Polunin, che ne cura la regia insieme a Viktor Kramer, mischia la comicità dei film muti con la pantomima di Marcel Marceau e invenzioni visive poetiche e strabordanti. Il risultato è una festa per gli occhi e per il cuore, un misto di meraviglia e gioco che diverte davvero grandi e piccini.

Dal 21 al 31 marzo è stato difficile trovare posti disponibili per Slava's Snowshow. La gente si è accalcata come raramente succede in quella che pur sempre è stata la capitale italiana della cultura. E di ciò bisogna ringraziare la poetica da clown che ha inondato la platea e le gallerie del Biondo ogni giorno. Soprattutto di bambini e bambine: è stato bello vederli protagonisti ansiosi ad ogni messa in scena, coi genitori più accorti che non hanno anticipato loro nulla per non rovinare la sorpresa. Ma quel senso fanciullesco di stupore (per chi è stato capace di mettere in atto la sospensione dell'incredulità) ha contagiato anche i giovani e gli adulti. 

Lo stesso Slava definisce il suo show «un teatro rituale magico e festoso costruito sulla base delle immagini e dei movimenti, sui giochi e sulle fantasie, che sono le creazioni comuni al pubblico e alla gente di teatro; un teatro che nasce dai sogni e dalle fiabe, che crea un’unione epica e intimistica tra tragedia e commedia, assurdità e spontaneità, crudeltà e tenerezza; un teatro che sfugge a qualsiasi definizione, all'interpretazione univoca delle sue azioni e da qualsiasi tentativo di limitazione della sua libertà». E i punti forti dello show si sono rinnovati ogni sera: la poesia di certi momenti evocativi (come quello col palloncino che ricordava la celebre scena di Charlie Chaplin ne Il grande dittatore che immaginava il sosia di Adolf Hitler intento a giocare con il mappamondo, e dunque per allegoria con il mondo intero), le musiche fatte ora di piccoli tocchi di pianoforte ora di citazioni (Momenti di gloria o il maestoso finale di Carmina Burana), e soprattutto le interazioni col pubblico

Nessuno in galleria è stato esente dalle invadenze dei clown, sempre pronti ad abbattere la quarta parete per giocare con il pubblico: i tanti coriandoli sparsi dall'alto, l'enorme telo che si è dipanato dal palco fino all'ultima fila, le scarpe tolte ad alcuni divertiti spettatori (ad una donna persino la borsa!), l'acqua gettata sulle prime file con quel fare un po' monello tipico dei bambini. E soprattutto la festa finale, a conclusione dello spettacolo, che ha visto inondato il Biondo di palloncini di ogni ordine di grandezza, a svolazzare e rimbalzare da una parte all'altra tra sorrisi e bambini presi in braccio dai genitori. In un teatro che troppe volte si è preso sul serio e che, in vista dell'arrivo di un nuovo direttore artistico figlio di un mero accordo politico tra Comune e Regione, aveva proprio bisogno di un po' di allegria.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×