Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Dopo il furto il party, l'idea dell'ecomuseo del mare
«Non ci scoraggiamo, puntiamo ancora sul dialogo»

L'episodio è avvenuto qualche notte fa, all'ex deposito locomotive che da cinque anni è uno spazio culturale incentrato sul rapporto tra Palermo e il suo mare. «Il modo migliore di reagire è la costruzione di relazioni di comunità»

Andrea Turco

«Qualche notte fa delle brutte persone sono entrate all'ecomuseo a Sant'Erasmo e hanno rubato alcune cose che usavamo nel nostro lavoro con i bambini, con le scuole e con gli abitanti del quartiere». L'annuncio è di quelli tristi, e altrove introdurrebbe discorsi legalitari e forcaioli, considerazioni pseudo sociologiche sulle periferie di Palermo, atteggiamenti nichilisti del tanto qui non cambierà mai niente. Al museo del mare, invece, un episodio comunque triste diventa l'occasione per un party antifurto. Così, nell'ex deposito locomotive che da cinque anni è diventato l'ecomuseo urbano Mare Memoria Viva - un nuovo spazio di cultura e partecipazione dedicato al rapporto tra Palermo e il suo mare - grandi e piccini potranno festeggiare sabato 23 marzo fino alle 21 e 30. Ma come si arriva a un'idea del genere?

«Sabato era già in programma un laboratorio per bambini che fa parte del ciclo dei diritti - racconta Cristina Alga, tra le fondatrici e curatrici dell'ecomuseo - Manco a farlo apposta per questo appuntamento era prevista la discussione sul diritto al dialogo. Pensiamo che il furto comunque venga da un disagio di ascolto, è un gesto di rabbia, e siccome pensiamo che esistano altri modi per farsi ascoltare abbiamo deciso di aprire le porte. Di pomeriggio ci sarà dunque il laboratorio per bambini e alle 18 e 30, invece di chiudere come al solito, spazio alla festa. Abbiamo riscontrato una bella rete di solidarietà, sia dalle persone con le quali collaboriamo che dal quartiere». Il bottino è costituito da una macchinetta del caffè, il forno a microonde, le stufe, le stampanti e anche la boccia dell'acqua: oggetti importanti per un ecomuseo diverso dai soliti luoghi culturali, accogliente e sempre cangiante grazie al contributo partecipativo della popolazione.

Cristina respinge l'ipotesi che possa essere stata una «questione personale», e allo stesso tempo invita a riflettere, oltre che sulle possibili motivazioni del gesto, anche sul contesto che lo ha generato. Perché se è vero da una parte che nel quartiere l'episodio si aggiunge a quello, di qualche giorno fa, che ha visto incendiata la roulotte di un senzatetto, è altrettanto vero che si tratta di vicende che sono accadute un po' ovunque, dal centro alle mille periferie della città. L'obiettivo dell'operatrice culturale, insomma, è quello di evitare le facili etichette. «Pensiamo che sia una semplice bravata - dice Cristina - Anche i modi sono stati un po' spacconi: ci hanno lasciato dei post con scritto arrivederci e grazie. Certamente non ce l'aspettavamo, anche perché le attività dell'ultimo anno sono state molto partecipate. Comunque non ci scoraggiamo. Pensiamo dunque che il modo migliore di reagire sia la presenza nei territori, cercando il dialogo e la costruzione di relazioni di comunità. Forse qui è più difficile che altrove, ma più per la conformazione urbanistica di alcuni quartieri di Palermo: si tratta di enormi dormitori in cui non ci sono luoghi di aggregazione, non c'è neanche una piazza. E quindi ancora di più serve uno spazio come quello del museo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×