Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Termini Imerese, le ombre sulle elezioni comunali
Assunzioni e favori in cambio dei voti per Giunta

Posti di lavoro, trasferimenti, iscrizioni a Medicina: così sarebbe stata condotta la campagna a sostegno dell'attuale sindaco. Un dipendente comunale avrebbe pure chiesto il trasferimento dei colleghi, in cambio del voto. «Il tempo ci restituirà la serenità», dice Giunta

Andrea Turco

La politica come ufficio di collocamento. Quanto vale un voto in Sicilia? Un posto di lavoro in un supermercato, in un'impresa di pulizie, in un istituto di vigilanza privata, come corriere. È quel che viene fuori dall'operazione condotta dalla procura di Termini Imerese, che ha emesso 96 avvisi di conclusione indagini, un atto che prelude a una richiesta di rinvio a giudizio per assessori regionali, deputati, sindaci e amministratori comunali. Al centro di tutto ci sono le elezioni comunali del 2017, che a Termini Imerese hanno visto trionfare Francesco Giunta, vincitore al ballottaggio per soli 125 voti e sostenuto da uno schieramento di centrodestra. Secondo l'accusa, però, quel risultato elettorale sarebbe frutto di voto di cambio.

A supportare l'attuale primo cittadino  sarebbe stato uno schieramento politico variegato, che va dall'ex presidente della Regione Totò Cuffaro (scarcerato nel dicembre del 2015 dopo avere scontato una condanna a sette anni per favoreggiamento alla mafia) all'assessore regionale al Territorio, Toto Cordaro, fino ai fratelli Caputo - il primo, Salvino, già sindaco di Monreale; il secondo, Mario, candidato come deputato regionale. Tutti avrebbero promesso assunzioni in cambio del voto. Ma non solo. Perché la politica a Termini Imerese, stando alla ricostruzione dei pm, sarebbe servita anche per altri tipi di servizi. Ad esempio per un trasferimento presso un'altra filiale di banca. Oppure per l'iscrizione alla facoltà rumena di medicina di Enna o in un corso di operatrice sanitaria. Favori, questi ultimi, promessi da chi avrebbe cercato voti per il sindaco Giunta. 

Il primo cittadino dopo la sua elezione «avrebbe affidato il servizio di riscossione tributi del Comune di Termini Imerese all'impresa romana Novares Novares» e «a tal fine avrebbe inserito nel bando, tra i servizi che le imprese partecipanti dovevano svolgere, oltre al servizio di riscossione dei tributi, anche quello della gestione dell'impianto idrico comunale, con lettura dei contatori e bollettazione (che già rientravano tra i servizi dell'impresa romana Novares Novares)».

C'è il caso, poi, di un dipendente comunale al quale il sindaco e Salvino Caputo avrebbero promesso che, in caso di elezione di Giunta, sarebbe stato trasferito «dal museo alla biblioteca» e, per meglio farlo ambientare nel nuovo posto di lavoro, avrebbe pure ottenuto che dalla biblioteca comunale fossero trasferiti tutti i colleghi a lui non graditi. Il primo cittadino è indagato anche per peculato. L'accusa per lui è di aver utilizzato l'auto comunale e il relativo carburante per usi privati, come andare a un funerale o a un appuntamento. «Sono uomo delle istituzioni e ho piena fiducia nelle istituzioni - commenta il sindaco - Vivo, assieme alla mia famiglia, un momento doloroso ma sempre a fronte alta. Sono certo che il tempo ci restituirà la serenità che oggi ci manca».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×