Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Inaugurati tre poli diurni per l'accoglienza dei senzatetto
Mattina: «Pensare agli ultimi è un dovere istituzionale»

Ospiteranno persone in difficoltà senza distinzione di razza o religione. A loro disposizione camere doppie complete di letto e bagno. L'iniziativa è stata possibile grazie alla sinergia di associazioni, realtà interreligiose e volontariato

Gabriele Ruggieri

Foto di: Gabriele Ruggieri

Foto di: Gabriele Ruggieri

«Grazie a chi ha creduto, per chi si è coinvolto. Questa collaborazione è stata un dono. L'amore è sempre un dono e riconosce e accoglie l'altro». Parla di getto monsignor Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo, alla presentazione dei tre nuovi poli diurni (per un totale di circa 30 posti) e notturni (per un totale di circa 72 posti) per l'accoglienza di soggetti fragili in povertà socio-sanitaria e lo svolgimento di attività di integrazione, presa in carico e inclusione attiva, oltre alla attivazione di una unità di strada per il primo contatto. Un'opera realizzata grazie ai fondi Pon Metro e al lavoro, insieme al Comune, di un'associazione temporanea di scopo composta dall'Istituto Don Calabria, dal centro diaconale La Noce - Istituto Valdese, dalla Croce Rossa Italiana e dalla Panormitana Onlus. Una sinergia interculturale e interreligiosa, che ha visto alcune delle realtà più impegnate nella lotta alla povertà lavorare insieme per uno scopo comune. E lo scopo è stato realizzato, con delle piccole stanze biposto, tutte corredate da bagni, in cui possono trovare rifugio senzatetto e persone in difficoltà economiche

E grande è stata la partecipazione alla presentazione, con oltre un centinaio di persone che si sono accalcate all'interno dei locali del centro Agape di piazza Santa Chiara, uno dei tre poli insieme a Casa San Francesco e San Carlo. Così come tante sono state le personalità coinvolte. Oltre al già citato Lorefice, infatti, erano presenti, fianco a fianco, il pastore della chiesa Valdese di Palermo, Peter Ciaccio e l'imam di Palermo, Francesco Macaluso Ahmad 'Abd Al-Majid, con Marco Guttilla, coordinatore delle attività, il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Dignità dell'abitare Giuseppe Mattina. «Questa amministrazione - dice proprio Mattina - ha la responsabilità istituzionale di garantire i diritti dei senzatetto, al di là di qualunque fede o provenienza. Questo è solo l'inizio di un percorso, questa rete deve andare avanti. Sappiamo che non bastano tre poli, per questo è prevista l'apertura di altre due strutture nei prossimi mesi, oltre alla possibilità di affittare venti appartamenti sempre grazie a fondi Pon Metro e al centro di piazzetta della Pace».

«Basta guardare queste facce - aggiunge Orlando indicando la platea - per avere idea della bella Palermo: tutti diversi, ma tutti uguali. Siamo molto più avanti di tante altre realtà d'Europa, forse perché partivamo da molto indietro. E proprio all'Europa voglio dire grazie, all'Europa che con i fondi Pon Metro ci consente di pensare alle persone, non a quella dei banchieri». Alle parole del sindaco seguono quelle dell'arcivescovo, che racconta: «In una di queste stanze dormiranno due uomini di colore: uno bianco e uno nero e sicuramente si arricchiranno a vicenda. Questa è la strada da intraprendere, è così che i cristiani stanno nella città: non devono guadagnare spazi o cercare potere, ma attivare cuore e mente per gli altri. La Sicilia da sempre è il crocevia del Mediterraneo, da qui passano popoli, religioni, persone. Abbiamo questa vocazione, quella dell'accoglienza, e la dobbiamo custodire».

«Seicento anni fa - replica l'Imam Macaluso - un uomo si recò dal profeta dell'Islam per chiedergli cosa potesse fare per compiacere Dio. Lui rispose che avrebbe potuto cominciare dall'onorare la presenza e la necessità del suo vicino. Non c'è bisogno di andare lontano, basta prenderci cura delle persone che ci stanno attorno».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×