Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Valledolmo, lo spot del liceo classico diventa virale
«Racconto di un paese unito nelle cause comuni»

Il video di promozione della piccola scuola, che ogni anno vende cara la pelle nonostante le poche iscrizioni, sta facendo il giro del web. Girato in due giorni, vede come protagonisti, oltre ai ragazzi, alcuni pilastri della comunità: dal panettiere al falegname

Gabriele Ruggieri

C'è il fornaio che aiuta i ragazzi a districarsi tra i fiumi degli inferi; il falegname che spiega complesse le complesse vicende familiari di Fedra, Teseo e Ippolito; c'è la banda musicale che scandisce il tempo a un giovane alle prese con i celeberrimi versi delle bucoliche di Virgilio. C'è l'anima di un'intera comunità nello spot che promuove il liceo classico di Valledolmo. Una piccola realtà culturale al centro di un piccolo paese del Palermitano, che ogni anno resiste con le unghie e con i denti, continuando a lottare per la propria sopravvivenza. Il video, pubblicato stamattina su Youtube ma già molto condiviso sui social, nasce da un'idea di Sofia Muscato, con la regia di Giuseppe Sangiorgi, due valledolmesi che proprio a quel liceo devono una parte importante della propria formazione. 

«Come ogni anno c'era il rischio che la classe non potesse essere formata» racconta Sangiorgi, uno che dell'arte di recitare ha fatto una professione, calcando anche palcoscenici importanti, ma senza mai dimenticare la propria comunità di origine. «Sofia mi ha chiamato dicendomi che avremmo potuto raccontare il liceo classico mostrando come il suo aspetto di piccolo liceo in un piccolo paese sia in realtà un punto di forza. Lei ha visualizzato le scene, io ho aiutato a scriverlo e in una settimana abbiamo fatto tutto, deciso i ruoli e girato in due giorni con la mia reflex e nessun finanziamento». 

Al regista fa eco Sofia Muscato, che per anni, fin da quando era studentessa, è stata impegnata in prima persona nella difesa della sua scuola. «Ho pensato - spiega - che se c'è una cosa che questo liceo offre in più rispetto a tutti gli altri è la dimensione di familiarità, che non ha a che fare soltanto con le quattro mura scolastiche, ma che si estende a tutto un paese. Fare parte del liceo di Valledolmo significa essere inserito in una cornice dove sei seguito, tutelato, protetto. Da questo passaggio mi è scesa questa idea, che è quella di questi ragazzi che studiano con l'aiuto di tutto il paese». Una trasposizione ironica, ma non troppo: «La cosa è resa in maniera simpatica - continua - ma alla base c'è una verità, cioè che in questo paese si studia bene».

Una verità che si evince dalla passione con cui i personaggi coinvolti, ripresi nel loro reale mondo lavorativo, hanno partecipato alla realizzazione del progetto. «Quando Nino Privitera (il fornaio ... ndr) ha girato la sua scena non dormiva da quasi 24 ore perché aveva panificato per tutto il sabato e per tutta la domenica, si è prestato con grande dedizione per la causa - prosegue Muscato - Michele La Rosa (il falegname ... ndr) si è addirittura affisso il foglio con la sua parte sul cruscotto dell'auto e si esercitava anche quando era alla guida. Per non parlare dei ragazzi della banda musicale che, dopo una giornata di lavoro, si sono radunati tutti in divisa. C'è stata una grande partecipazione, questa è la prova del fatto che questo paese sa trovarsi di fronte alle cause comuni. E questa è la grande risorsa che abbiamo».

Una risorsa che spesso trova la sua sublimazione nel campo artistico in un paese che, nonostante i tremila e poco più abitanti, vede un continuo fiorire di gruppi musicali, laboratori teatrali e movimenti culturali che coinvolgono buona parte della cittadinanza. «È un periodo abbastanza felice - conclude Giuseppe Sangiorgi - da anni cerco di lavorare in questo senso, però negli ultimi tempi c'è stata anche una sensibilizzazione generale anche dalle istituzioni. La risposta è sempre positiva da parte del paese, tanto che sta incoraggiando diversi progetti: attualmente sto facendo quattro laboratori teatrali di cui uno proprio con i ragazzi del liceo classico. Da qui a giugno ci saranno molti debutti per gli spettacoli promossi sia dall'amministrazione che da altre realtà».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×