Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Fincantieri, pronto accordo per rilancio cantiere
Appello della Fiom: «Di Maio rispetti impegni»

Il protocollo firmato il 28 dicembre scorso, ha definito il know how dello stabilimento con una redistribuzione delle aree industriali, investimenti per 20 milioni di euro e carichi di lavoro per il 2019-2021 di oltre tre milioni di ore

Redazione

Tutto pronto per la firma dell'accordo di programma da parte della Presidenza del Consiglio dei ministri per il rilancio del Cantiere navale di Palermo. Il testo dell'accordo nei giorni scorsi è stato presentato al Governo dall'Autorità portuale e da Fincantieri. La Fiom, in un incontro che si è svolto oggi a Palermo, ha sollecitato il Governo a fare la sua parte. «Il governo proceda rapidamente secondo gli accordi - dicono Angela Biondi e Francesco Foti, della Fiom Cgil Palermo - Luigi Di Maio, a novembre, ha preso l'impegno, durante l'incontro allo stabilimento Fincantieri di Palermo, di procedere in tempi rapidi. A questo punto ci aspettiamo una convocazione in tempi brevissimi».

Il protocollo tra l'Autorità portuale di Palermo e Fincantieri, firmato il 28 dicembre scorso, ha definito il know how dello stabilimento, con una redistribuzione delle aree industriali assegnate a Fincantieri, investimenti per 20 milioni di euro e carichi di lavoro per il triennio 2019-2021 di oltre tre milioni di ore, sufficienti a saturare il lavoro per i dipendenti diretti e dell'indotto. Il passo successivo spetta alla Presidenza del Consiglio dei ministri. Luigi Di Maio, a novembre, in occasione di una visita allo stabilimento di Palermo, ha preso l'impegno con le organizzazioni sindacali a convocare un tavolo per la stesura di un accordo di programma per mettere a disposizione 80 milioni di euro per il completamento del bacino 150mila tonnellate, opera necessaria al rilancio del cantiere in un'ottica di reindustrializzazione dello stabilimento.

«Oggi abbiamo anche chiesto notizie sulle intenzioni della Cassa depositi e prestiti, proprietaria delle aree limitrofe che riguardano l'ex Manifattura tabacchi, il campo di calcio e le palazzine esterne ex mensa ed ex dopolavoro - aggiungono Biondi e Foti -. Abbiamo ribadito che non ci può essere riqualificazione di queste aree in contrasto con la vocazione industriale del cantiere. Siamo fiduciosi del fatto che Orlando, all'incontro che abbiamo chiesto, condividerà le nostre ragioni e sarà al fianco dei lavoratori, come è avvenuto in passato, epoca in cui il progetto prevedeva la realizzazione di un albergo all'interno di queste aree».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×