Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Studenti disabili, operatori specializzati non pagati da mesi
Cresce disagio ma Comune rassicura: «Vicini alla soluzione»

A sbloccare lo stallo la riunione di lunedì scorso tra dirigenti scolastici e l'amministrazione. Si lavora a un documento condiviso che «metta nero su bianco i compiti di ciascuno. Una volta definito e sottoscritto da tutti, sarà inviato nelle scuole»

Antonio Mercurio

Foto di: Wokandapix

Foto di: Wokandapix

I soldi ci sono ma degli stipendi non c’è traccia. Protagonisti di questa storia paradossale - che a breve potrebbe avere un lieto fine - sono centinaia di operatori specializzati che seguono bambini e ragazzi con disabilità grave in decine di scuole palermitane, dall’infanzia alle medie. Tutti attendono di essere pagati dall'inizio del nuovo anno scolastico, nonostante il Comune abbia già provveduto a trasferire le somme necessarie in gran parte degli istituti: su un totale di  74 scuole, per 60 sono già partiti i trasferimenti per il periodo settembre-novembre mentre, per il mese di dicembre, il numero si riduce a 54

La questione è esplosa la scorsa settimana quando alcuni dirigenti, rispondendo alle pressanti richieste dei lavoratori, hanno comunicato che pur avendo ricevuto il denaro dalla ragioneria, non avrebbero fatto partire i bonifici. Il motivo non è stato spiegato chiaramente, ma sembra legato al rapporto con cui sono stati inquadrati gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione. Dallo scorso anno, infatti, gli operatori non hanno più un contratto ma un ‘patto d’adesione’, e non con le singole scuole bensì con l’amministrazione. E il nodo pare risieda proprio in questo passaggio. Molti dirigenti scolastici si sarebbero rifiutati così di autorizzare i bonifici, mettendo in allarme gli operatori, come testimonia una di loro. 

«Lavoriamo da settembre ma ancora non abbiamo ricevuto nulla - racconta Francesca Giove - Sappiamo con certezza che alcune scuole hanno già ricevuto le somme ma si sarebbero rifiutate di provvedere ai pagamenti. Nelle scorse settimane si sono tenuti numerosi incontri tra dirigenti scolastici, sindacati e Comune, ma è ancora tutto bloccato. Con questo continuo rimpallo di responsabilità tra scuola e Comune ci sentiamo schiacciati - aggiunge - eppure continuiamo a lavorare senza alcuna rassicurazione sul nostro futuro».

A gettare acqua sul fuoco è l’assessore alla Scuola Giovanna Marano che, interpellata da MeridioNews, rassicura sia sui trasferimenti - «le somme sono già state versate alle scuole» - sia sul buon esito della vicenda. Lunedì scorso, infatti, si è tenuta una riunione tra i rappresentanti delle scuole e i responsabili degli uffici del Comune per superare la situazione di stallo. Dalla riunione, è emerso che i dirigenti amministrativi avrebbero sollevato alcune perplessità riguardo «l'obbligatorietà» dei pagamenti da parte delle scuole. «Mentre negli anni scorsi esisteva un contratto - spiegano gli uffici del Comune -, quest’anno è stato sostituito da un negozio giuridico che ha lo stesso effetto, ma che loro contestano, rifiutandosi così di provvedere ai pagamenti». Una questione, quindi, meramente burocratica.

Le rassicurazioni degli uffici sembrano, così, aver sortito l’effetto sperato: «Abbiamo concordato quali sono gli obblighi dell’amministrazione e degli istituti in materia di pagamenti - aggiungono dal Comune - ribadendo che il regolamento attribuisce ai dirigenti scolastici anche questo onere. E il problema è sostanzialmente risolto, nel senso che stiamo lavorando a una bozza condivisa per mettere nero su bianco i compiti di ciascuno. Una volta definita e sottoscritta da tutti, la invieremo alle scuole». Sempre la prossima settimana, infine, dovrebbe tenersi un nuovo incontro con le organizzazioni dei lavoratori. 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.