Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Il Palermo sa ancora vincere, 1-2 a Perugia
Puscas-Brignoli show. E con il brivido finale

Prima vittoria del 2019 per la squadra rosanero che torna a riassaporare i tre punti dopo quasi un mese e mezzo. A decidere la gara del Curi una doppietta del centravanti rumeno, mentre il portiere è decisivo parando un rigore a Sadiq. Nel finale riaccende le speranze degli umbri Melchiorri

Luca Di Noto

Ambiente ricompattato e vittoria ritrovata. Finisce così la tre giorni esterna del Palermo che dopo il ritiro di Roma per ritrovarsi e riordinare le idee, espugna il Curi di Perugia con il punteggio di 1-2, ritrovando un successo che mancava dalla fine del 2018. A regalare i tre punti ai rosa è una doppietta di Puscas (in avvio di gara e in avvio di ripresa), ma anche Brignoli è decisivo con un rigore parato a Sadiq. I siciliani salgono così a quota 40 punti, il miglior viatico in vista del big match contro il Brescia.

Pronti via e Palermo subito in vantaggio: dopo un minuto infatti Trajkovski guadagna una buona punizione e sugli sviluppi del piazzato il macedone mette in mezzo per Puscas che di testa gira in rete. I grifoni provano subito a reagire, ma Aleesami chiude come può un paio di iniziative dei padroni di casa. Per i rosa dalla distanza arriva il tentativo di Jajalo che però centra in pieno Puscas. Al quarto d’ora, Perugia pericolosissimo: iniziativa di Vido contrastato da Aleesami, il pallone finisce a Kingsley che però trova la pronta risposta di Brignoli. Al 23’, il portiere rosanero è ancora decisivo: clamorosa ingenuità di Salvi che regala palla, al limite dell’area, a Verre il cui sinistro è respinto in corner proprio dall’estremo difensore. Siciliani che tornano ad affacciarsi in avanti al 27’: il destro di Trajkovski è deviato da Mazzocchi e mette in apprensione Gabriel. Rosanero vicinissimi al raddoppio al 31’: progressione di Falletti, imbucata per Puscas e Gabriel si oppone come può, ma il guardalinee aveva segnalato una posizione di offside. Cinque minuti più tardi, sono gli umbri ad andare vicini al bersaglio grosso: cross dalla sinistra e per poco Sadiq non trova l’incornata decisiva. Al 42’, discesa di Rispoli e palla in mezzo, velo di Falletti per l’accorrente Puscas che però spedisce di poco a lato.

In avvio di ripresa, Palermo nuovamente letale: dopo un timido tentativo dei padroni di casa, Bellusci lancia Rispoli sulla destra, palla in mezzo per Puscas che è lasciato troppo solo e di testa mette alle spalle di Gabriel. Rosa ancora pericolosi poco dopo sugli sviluppi di una punizione, la palla finisce a Jajalo che spara alto. I biancorossi provano a rispondere con il neo entrato Moscati che però da lontano spara altissimo. Al 64’ l’episodio che può riaprire il match, con un rigore concesso al Perugia per un braccio largo di Salvi, che colpisce il pallone: sul dischetto va Sadiq, ma Brignoli respinge il suo tentativo. Al 75’, altra occasione per i padroni di casa: sugli sviluppi di un corner, colpo di testa di El Yamiq e palla deviata e destinata all’incrocio, ma Brignoli salva ancora i rosa con un colpo di reni. La girandola di cambi si conclude con gli ingressi di Moreo (per il quale si tratta di un ritorno in campo) e Chochev, nei minuti finali i ritmi calano ma gli umbri la riaprono all’89’: sugli sviluppi di un calcio da punizione, la palla viene rimessa in mezzo e Melchiorri da buona posizione insacca. Finale infuocato, cinque minuti di recupero e Brignoli salva ancora il Palermo su un colpo di testa ravvicinato di Cremonesi e poi su un destro da fuori di El Yamiq e così i rosa portano via i tre punti.

TOP

Brignoli Indubbiamente la sua miglior prestazione da quando difende la porta rosanero: quantità e qualità delle parate a parte, respinge il rigore calciato da Sadiq mantenendo i suoi sullo 0-2. In occasione della rete umbra nel finale forse va un po’ troppo a spasso.

Bellusci Lo sfogo di una settimana fa ha fatto bene a tutto il gruppo e ha scosso l’ambiente. Oggi c’è stata la prestazione e anche la sua prova è degna di nota. Non sbaglia praticamente nulla in chiusura e non lascia mai spazi agli avversari.

Puscas Finalmente il rumeno si è sbloccato: a digiuno addirittura da tre mesi, oggi mette a segno una doppietta che regala i tre punti ai suoi, con due colpi di testa con cui trafigge Gabriel.

FLOP

Nessuna bocciatura tra i rosanero quest’oggi.

Perugia: Gabriel 5,5, Mazzocchi 5 (52’ Moscati 5,5), El Yamiq 5, Cremonesi 4,5, Falasco 5, Kingsley 5,5, Bianco 6 (73’ Falzerano s.v.), Verre 6, Dragomir 5, Sadiq 4,5 (67’ Melchiorri 6,5), Vido 5. All. Nesta 5.

Palermo: Brignoli 8, Salvi 6, Bellusci 7, Szyminski 6,5, Rispoli 7, Jajalo 6, Haas 6,5 (82’ Chochev s.v.), Aleesami 6, Falletti 6,5 (72’ Fiordilino 6), Trajkovski 6, Puscas 7,5 (78’ Moreo s.v.). All. Stellone 7.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×