Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Bagheria, monito del sindaco a denunciare le estorsioni
Cittadini: «Meno tasse e rifiuti». Cinque: «Nessun alibi»

C'è chi ha replicato all’appello del primo cittadino sottolineando la scarsa presenza di servizi sul territorio, dall’illuminazione alla manutenzione stradale. Ma nel concreto gli effetti sembrano esserci già stati: «Qualcuno si è davvero sentito meno solo»

Silvia Buffa

«Pagare il pizzo, oltre che favoreggiare la mafia, è irragionevole. Se denunciate li estirperemo». È un messaggio chiaro e diretto quello che il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque ha lanciato ieri mattina sui social, rivolgendosi anche attraverso la rete ai suoi concittadini. «Si stanno facendo più frequenti nelle ultime settimane le richieste estorsive nei confronti di attività del territorio. Invito tutti, commercianti in primis, a denunciare - scrive -. Se pagate gli consegnerete il vostro futuro e quello della nostra comunità. Se vengono per conto dei boss locali Scaduto, Testa, Di Salvo, e altri, un calcio in culo e denunciateli». Difficile obiettare a un appello di questo tipo. Eppure non sono mancate reazioni contrarie e contrastanti. «A Bagheria le strade sono piene di buche e prive di manutenzione, i semafori non funzionano, in certi quartieri l’illuminazione non è mai esistita nonostante siano molto abitati , mentre ad Aspra il passamano del lungomare è tutto ossidato e cade a pezzi, ma lei giustamente si va a cancellare la scritta», replica per esempio Alessandro. Mentre altri naviganti esordiscono rinfacciando l’aumento della tassa sui rifiuti, a dispetto di una differenziata ormai entrata a regime, e le soste a pagamento, un «pizzo legalizzato» secondo alcuni. Per altri ancora «il pizzo lo levi non con le denunce ma offrendo l'opportunità di tanto onesto lavoro».

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×