Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Termini, gli ex lavoratori Fiat occupano il Comune 
«Mille famiglie attendono soluzione da otto anni»

La mancata firma sul rinnovo della cassa integrazione per il 2019 è la goccia che fa traboccare il vaso della protesta. Il sindaco Giunta preme per il coinvolgimento di FCA al tavolo ministeriale. Mastrosimone, segretario Fiom: «Blutec non ha mai rispettato gli accordi»

Andrea Turco

Prima un'assemblea infuocata davanti i cancelli dello stabilimento in cui hanno lavorato per tanti anni, poi la scelta forte dell'occupazione del Comune: gli ex lavoratori Fiat di Termini Imerese scelgono di accendere il tono della protesta dopo il lunghissimo stallo della vicenda Blutec. Il progetto dell'azienda che è subentrata al colosso automobilistico il 23 dicembre 2014 continua a non decollare e, nonostante l'impegno del governo Lega-5stelle, c'è il timore anche per il rinnovo della cassa integrazione per il 2019. Dopo la visita del vicepremier Luigi Di Maio davanti i cancelli dello stabilimento a ottobre e l'impegno personale del presidente Nello Musumeci a gennaio, la firma sull'ammortizzatore sociale sembrava una formalità. Invece la copertura economica tarda ad arrivare, così come hanno appreso in maniera informale negli scorsi giorni i sindacati e il sindaco di Termini Francesco Giunta dagli uffici del Ministero dello Sviluppo Economico.

«Prima di tutto si devono mettere al riparo i lavoratori attraverso gli ammortizzatori», ha detto Roberto Mastrosimonesegretario regionale della Fiom Sicilia, durante l'assemblea mattutina che si è svolta all'interno dello stabilimento Blutec. «Qua ci sono mille famiglie che attendono una soluzione da oltre otto anni. Si deve per forza arrivare a situazioni estreme? Noi sappiamo che questo governo si è insediato da poco, sappiamo che Blutec non l'ha portato questo governo, però oggi ci sono loro e sono loro che hanno preso impegno qui con loro. Il decreto dignità ha ripristinato gli strumenti di tutela della cassa integrazione. Blutec è un'azienda che è venuta qui e non ha mai rispettato quello che doveva fare, e anche la Fiat è responsabile di questo disastro. È con loro che si deve aprire una vertenza. Questi mille lavoratori sono le vittime della cassa integrazione perenne e di una reindustrializzazione mai avvenuta».

Va nella stessa direzione anche il sindaco Francesco Giunta, che preme per il coinvolgimento di FCA al tavolo ministeriale che si riunisce periodicamente a Roma e che finora però, nonostante le tante promesse, ha ottenuto pochi risultati concreti. Le commesse a Blutec da parte di FCA, infatti, tardano ad arrivare - è il caso ad esempio dei veicoli commerciali elettrici (per il Fiat Fiorino, ad esempio, l'azienda ha preferito delocalizzare in Turchia) o della produzione di batterie, con la produzione che sarebbe prevista a Termini Imerese ma al momento senza date certe. Nonostante ciò a dicembre 2018 Blutec professava ancora ottimismo, spiegando che entro dicembre 2019 si sarebbe potuti arrivare ad impiegare 692 addetti, puntando ad esempio sulla produzione del veicolo elettrico Doblò (l'avvio è previsto a fine mese). Promesse alle quali i lavoratori mostrano di non credere più.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×