Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

I lavoratori del Coime pronti alla mobilitazione
«Dopo 33 anni a rischio il nostro posto di lavoro»

Il 5 febbraio prossimo potrebbe essere il giorno della deadline per il sindaco Orlando. Alle polemiche legate ai rilievi mossi dal Mef si aggiunge la presa di posizione dei lavoratori del Coime che hanno annunciato la partecipazione ad un sit in a piazza Pretoria

Gaetano Càfici

Il 5 febbraio prossimo potrebbe essere il giorno della dead line per il sindaco Orlando. In quella data, infatti, il primo cittadino sarà presente a Sala delle Lapidi per affrontare la discussione sui rilievi mossi dal Mef. Nei giorni scorsi, infatti, una dura polemica ha infiammato le stanze di Villa Niscemi seguita dall'ira del primo cittadino che si è visto smontare, da parte del ministero dell'Economia e delle Finanze, l'impalcatura dei bilanci comunali, mettendo a rischio stabilizzazioni, concorsi e posizioni lavorative del Comune. Lo stesso Orlando aveva annunciato l'immediato invio delle carte alla Procura.

Ma adesso, oltre all'attacco delle opposizioni che, in alcuni casi, hanno chiesto le dimissioni del professore e il commissariamento del Comune, arriva un'altra presa di posizione anch'essa al vetriolo: quella dei sindacati Filca, Feneal, Fillea che intervengono sui rilievi contenuti nella relazione del Mef, chiamando in causa anche la posizione dei lavoratori edili del Coime che sembrerebbe a rischio.

«Siamo esterrefatti e fortemente contrariati dalle valutazioni espresse nella relazione della Ragioneria di Stato - dicono i segretari Feneal, Filca e Fillea Palermo, Ignazio Baudo, Paolo D'Anca e Francesco Piastra - in quanto il Mef mostra di disconoscere che gli 856 lavoratori edili del Coime, in forza al Comune di Palermo con un decreto legge del 1986, ha previsto l'assunzione del bacino ex Dl 24 con l'applicazione del contratto degli edili. Questi lavoratori sono stati assunti a tempo indeterminato con una legge dello Stato del 2000. Che il ministero si accorga oggi di questi lavoratori dopo 33 anni siano personale in servizio eccedente è davvero incredibile».

La storia degli ex Dl24 risale addirittura al periodo quando presidente del Consiglio dei ministri era Bettino Craxi. Sono soggetti che garantiscono alcuni dei servizi essenziali dell'amministrazione comunale, come la manutenzione ordinaria delle scuole, delle ville comunali e l'intervento di ripristino urgente delle strade. E vengono utilizzati anche per gli interventi urgenti, sempre nell'ambito della città e per le questioni che riguardano la Protezione civile. 

Una parte di loro - architetti, ingegneri, geologi - sopperiscono anche alle carenze organiche dell'amministrazione e degli uffici comunali, occupandosi di progettazione e coordinando le attività operative degli edili del Coime. I rappresentanti sindacali degli edili hanno fatto sapere di essere pronti alla mobilitazione e il 5 febbraio i lavoratori del Coime aderenti a Feneal, Filca e Fillea, parteciperanno a piazza Pretoria ad un sit-in per il mantenimento del «contratto quali lavoratori a tempo indeterminato». Quindi la battaglia è appena iniziata e gli esiti finali sono imprevedibili, come imprevedibile è la mossa di Orlando che sicuramente cercherà assist nella sua maggioranza che ad oggi è sempre più debole e sperare nel cosiddetto soccorso azzurro sarà certamente complicato.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×