Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Csm archivia all'unanimità esposto contro Lo Voi

Redazione

Una «vicenda singola e sporadica, del tutto inidonea» per l'apertura di una procedura di trasferimento d'ufficio per incompatibilità ambientale o funzionale. Il plenum del Csm ha archiviato all'unanimità, senza dibattito, il fascicolo aperto sul procuratore di Palermo Francesco Lo Voi sulla base di un esposto presentato da Mario Giarrusso, ora capogruppo del M5S in Commissione Antimafia. Rifacendosi alla notizia di un'agenzia di stampa, Giarrusso aveva lamentato che in una conferenza stampa su alcuni arresti in Sicilia Lo Voi aveva detto che un deputato regionale del M5S aveva aiutato uno degli indagati a impedire la nomina di una consulente della Commissione Ambiente a lui sgradita facendo mancare il numero legale; una circostanza non corrispondente al vero perché alla seduta erano presenti tutti i componenti del Movimento della Commissione.

In uno scritto inviato al procuratore generale di Palermo Roberto Scarpinato - a cui il Csm aveva chiesto una relazione sul caso - Lo Voi aveva spiegato che ai giornalisti si era limitato a dire che in quella seduta era mancato il numero legale e che era invece l'ordinanza del gip ad attribuire l'accaduto ai 5 Stelle. Ma Scarpinato nella sua relazione aveva evidenziato che l'affermazione del gip «si basava sulla rappresentazione degli avvenimenti contenuta nella richiesta di ordinanza di custodia cautelare della procura», che a sua volta riprendeva l'informativa dei carabinieri. Una ricostruzione fondata su una «supposizione la cui erroneità poteva essere facilmente accertata».

Per i consiglieri del Csm, invece, se è indubbio che non corrispondeva al vero la circostanza che i rappresentanti del M5S avevano fatto mancare il numero legale, c'è stato «probabilmente un fraintendimento nella percezione della notizia e nel tenore delle dichiarazioni» di Lo Voi, forse anche dovuto all'«ampiezza del materiale probatorio da esaminare» e alla «complessità» dell'indagine. Ma è un caso isolato, già all'attenzione dei titolari dell'azione disciplinare; e dunque va archiviato considerato anche che nessuno dei soggetti coinvolti «può ritenersi significativamente menomato da quanto accaduto».

(Fonte: Ansa)

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×