Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Chi è Leandro Michele Greco, il nipote del Papa
«Stu ragazzino s'era messo in testa di fare il capo»

La sua «ascesa vertiginosa» all’interno di Cosa nostra secondo gli inquirenti inizia a 23 anni e si arresta cinque anni dopo, quando due pentiti fanno il suo nome. Gli stessi che lui avrebbe voluto tagliare fuori dalla nuova Commissione

Silvia Buffa

«Un ragazzetto». Che altro dire di un giovane di 28 anni? Ma Leandro Greco, che da tutti si fa chiamare Michele, non è esattamente come gli altri quasi trentenni. Può vantare qualcosa che non è da tutti, quella di essere ritenuto a capo di uno dei mandamenti più potenti della città, quello di Ciaculli. Un boss mafioso in tutto e per tutto, a sentire gli inquirenti che lo hanno arrestato ieri e ancora di più a sentire i racconti dei due neo collaboratori di giustizia, Francesco Colletti e Filippo Bisconti, indicati ai vertici dei mandamenti di Villabate e Belmonte Mezzagno. Mandamenti periferici, di paese, che in qualche modo la nuova Commissione provinciale, orientata a una vocazione Palermocentrica, sembrava cercasse di allontanare sempre di più. Non stupisce che certi retroscena emergano adesso proprio da quella fetta che rischiava di rimanere fuori dai giochi. A quella famosa riunione del 29 maggio dello scorso anno, a sedere tra i big di Cosa nostra c'è anche lui, quindi, Leandro alias Michele, alla luce dell'importanza rivestita all'interno dell'organizzazione criminale, a dispetto della giovane età. Ma dalla sua sembra avere qualcosa in più, l’eredità del passato criminale lasciata dal nonno Michele Greco, Il Papa, uno dei protagonisti del maxi processo, malgrado una latitanza di due anni e il suo ingresso in sordina a procedimento già in corso. Una figura che il nipote, anche solo nella scelta del soprannome, sembra quasi voler evocare, in segno di memoria, riverenza o altro.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×