Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Esplosione Parigi, il racconto di una palermitana
«Lavoro a 250 metri, la vetrata è stata distrutta»

Parla una 35enne che da otto anni vive nella capitale francese e che ogni mattina, tranne oggi che è sabato, si reca nel luogo dove adesso, al posto della finestra, a dividere l'ufficio dalla strada c'è della plastica messa da un operaio come primo intervento

Stefania Brusca

Foto di: Damien

Foto di: Damien

Lavora a soli 250 metri dal luogo dell'esplosione avvenuta questa mattina a Parigi, Lucia Favata, una palermitana di 35 anni, architetta della marca Devred. Da otto anni vive nella capitale francese. È siciliana, come Angela Grignano la ragazza italiana rimasta ferita. È stato solo un caso se non è stata travolta dalle schegge della vetrata della sala riunioni del suo ufficio. 

«Stamattina mi sono svegliata verso le 9.30 - racconta - con mille messaggi di amici che mi chiedevano se stavo bene e messaggi sul gruppo del lavoro. Abito nel sesto arrondissement ma lavoro nel nono, vicino al luogo dell'esplosione. La vetrata della sala riunioni si è frantumata». A riferirle l'accaduto sono stati alcuni colleghi. Oggi è sabato e non si lavora. «Sotto l'ufficio abbiamo uno dei negozi della nostra marca, il direttore, Damien, ha visto cosa è successo e ha inviato le foto. Non potevamo andare lì perché tutte le strade erano chiuse per permettere l'accesso ai soccorsi». 

Anche se raggiungere il luogo dello scoppio era impossibile, sono riusciti almeno a sistemare alla meno peggio la situazione: «Abbiamo mandato un operaio per mettere in sicurezza. Non potevamo fare altro perché la polizia non voleva gente intorno, soprattutto perché devono svolgere l'inchiesta». L'ipotesi della fuga di gas non è stata la prima cosa a cui ha pensato Lucia: «Oggi c'erano i gilet gialli, ho pensato dapprima a qualcosa gettata sul vetro, visto che per adesso ogni sabato è routine, ma poi ho saputo del motivo. Ho riflettuto sul fatto che per fortuna era sabato e eravamo siamo lì. In riunione saremmo stati investiti dai vetri».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×