Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

I manifesti che invitano a istruirsi per non essere cattivi esempi
«Da sola la cultura non rende migliori ma può essere un vaccino»

Le strade di Palermo sono tappezzate da locandine che ritraggono cinque personaggi caricaturali - il razzista, il fascista, l'omofobo, lo xenofobo, il misogino - che fanno una sorta di mea culpa. A realizzare l'azione il collettivo fiorentino guerrilla spam

Andrea Turco

Chi conosce le strade di Palermo li avrà visti un po' ovunque. Soprattutto nel centro storico: a Ballarò, al Capo, in Vucciria, alla Kalsa. Sono i manifesti che invitano a istruirsi per non essere cattivi esempi, verrebbe da dire. Ovvero razzista, fascista, omofobo, xenofobo, misogino. Cinque modelli di manifesti che recitano la scritta Istruisciti per non diventare come me e sotto delle teste caricaturali e grottesche, come fosse un mea culpa. 

A realizzare l'azione il collettivo fiorentino guerrilla spam, appena ripartito per la città toscana. «Il progetto si chiama La voce del popolo - spiega Matteo - All'inizio avevamo realizzati i manifesti quasi per noia. Poi in realtà la cosa ha funzionato, un sacco di gente ci chiedeva se era possibile scaricarli, stamparli, realizzarne degli adesivi. Così sono stati messi in libera condivisione, e quindi chiunque può diffondere la nostra azione».

La tappa nel capoluogo siciliano giunge dopo quelle di Torino, Firenze e Bologna. I manifesti hanno avuto un forte impatto: sui social stanno girando moltissimo, e non è raro vederli strappati, coperti e raschiati. Evidentemente da chi prova fastidio a ritrovarsi immedesimato nei personaggi caricaturali. «Questo non vuol dire che studiando una persona diventa automaticamente migliore - precisa Matteo - Ci sono tantissimi esempi in tal senso, penso ad esempio ai gerarchi nazisti che erano molto istruiti e poi uccidevano con le camere a gas gli ebrei. Però come collettivo crediamo che un'istruzione adeguata e un certo tipo di studio della nostra possa essere una sorta di vaccino per questo genere di personaggi grotteschi che prendono sempre più piede. La nostra insomma vuole essere una critica spietata, senza troppi giri di parole. Su strada bisogna essere diretti». 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×