Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Mafia, arrestate tre persone per due delitti del passato
I dettagli raccontati da un collaboratore di giustizia

Si dà un nome ai responsabili dell'omicidio del 2007 di Giuseppe Lo Baido e a quello del 2011 di Giuseppe Cusumano, ucciso a Partinico. Sarebbero stati vittime di un agguato per vendicare un altro omicidio, quello dell'ottobre 2005 di Maurizio Lo Iacono

Redazione

Risolti due misteri lunghi rispettivamente dodici e otto anni. Da oggi hanno infatti definitivamente un nome i responsabili che il 13 luglio 2007 hanno ucciso Giuseppe Lo Baido e il 2 settembre 2011 Giuseppe Cusumano, ucciso a Partinico. Delitti per i quali i carabinieri hanno eseguito un'ordinanza cautelare in carcere della Direzione distrettuale antimafia di Palermo nei confronti di Francesco Lo Iacono, e dei fratelli Corrado e Domenico Spataro. Le indagini dei militari del reparto operativo hanno ricostruito che i due agguati sarebbero stati la vendetta di Francesco Lo Iacono e del collaboratore di giustizia Sergio Macaluso per l'omicidio di Maurizio Lo Iacono, ucciso il 3 ottobre del 2005.

L'inchiesta è una tranche dell'operazione Talea del 2017 nei confronti degli esponenti dei mandamenti mafiosi palermitani di Resuttana e di San Lorenzo. Durante le indagini sono state intercettate alcune conversazioni in cui Sergio Macaluso raccontava di avere partecipato ad alcuni omicidi. È lo stesso Macaluso che una volta diventato collaboratore di giustizia fa luce sui delitti. L'omicidio di Giuseppe Lo Baido era stato commesso commesso con la complicità del cognato Corrado Spataro e l'omicidio di Giuseppe Cusumano con la complicità dell'altro cognato, Domenico Spataro, il quale aveva sostituito il fratello Corrado che, in quel periodo, era agli arresti domiciliari.

Un altro collaboratore di giustizia, Domenico Mammi, aveva reso dichiarazioni che coincidevano con il racconto di Macaluso. Francesco Lo Iacono e Corrado Spataro erano già stati arrestati nell'operazione Talea, accusati di danneggiamento a mezzo incendio aggravato dalle modalità mafiose e associazione mafiosa ed estorsione aggravata dalle modalità mafiose. Domenico Spataro, incensurato, è stato arrestato in provincia di Agrigento nel corso della notte.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×