Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Giuseppe Di Matteo, venerdì 23 anni dall'omicidio

Redazione

«Un pezzo per volta si costruisce memoria». Con questa semplice frase, venerdì 11 gennaio, si celebrerà il XXIII anniversario dell’assassinio di Giuseppe Di Matteo, il figlio tredicenne di Santino Di Matteo, rapito il 23 novembre del ’93 in un maneggio di Piana degli Albanesi per far tacere il padre che aveva deciso di collaborare con la giustizia. A ordinare il suo assassinio fu Giovanni Brusca, facendolo sciogliere nell’acido l'11 gennaio del ’96, dopo 25 mesi di atroce prigionia.

A organizzare i diversi momenti di commemorazione è il presidio Libera Valle Jato Giuseppe Di Matteo e Mario Nicosia, che alle 9 deporrà una corona di fiori nel Giardino della Memoria in contrada Giambascio, a San Giuseppe Jato. Momento al quale parteciperanno anche il sindaco di San Giuseppe Jato Rosario Agostaro e il vice prefetto aggiunto Giuseppina Addelfio. Alle 10.30 sarà affissa una mattonella commemorativa in piazza Falcone e Borsellino, vicino alla targa dedicata al ricordo del piccolo Di Matteo. Zona, quest’ultima, solitamente frequentata dai ragazzi, dov’è stato realizzato un “muro della memoria” sul quale ogni anno vengono affisse delle mattonelle di terracotta dedicate a Giuseppe Di Matteo, realizzate dai volontari di Libera.

«A che serve ricordare un orrore come quello che ha vissuto il piccolo Di Matteo - afferma Caterina Pellingra, referente del presidio Libera Valle Jato - se poi non ne facciamo tesoro? Partecipare alle commemorazioni per poi tornare a casa e fare come se non fosse successo nulla? Quello che, invece, diciamo è che momenti come quello che vivremo l’11 gennaio devono servire per costruire la speranza del nostro territorio affinché lo si possa conoscere meglio e migliorare in ogni aspetto, da quello sociale a quello economico. Molti mi chiedono: “A che serve tutto questo in una realtà fatta essenzialmente di agricoltura, dove molti giovani lasciano la loro terra e migrano altrove per cercare di meglio?”. La nostra risposta è scavare nel nostro dolore per trovare soluzioni e percorsi di giustizia, legalità e del vivere comune da mettere in pratica. Senza, però, la conoscenza non possiamo custodire alcuna memoria, fondamento sul quale costruire benessere nel rispetto delle regole. Il tutto ovviamente in un territorio dove la mafia significa tutto il resto. Muore chi ha lottato pensando cose concrete ed efficaci. Ecco, vorremmo fare discorsi poco astratti e pieni di concretezza».

Alle 11.30 ci si ritroverà all’auditorium dell’istituto comprensivo di San Giuseppe Jato, in contrada Mortilli, per assistere alla rappresentazione dell’ Opera dei Pupi sulla storia di Giuseppe Di Matteo Non mi piace il buio di Angelo Sicilia, tratta dal libro Il Giardino della Memoria di Martino Lo Cascio. Un altro significativo momento di memoria comune, organizzato con il patrocinio della locale amministrazione comunale, che rientra tra le tante iniziative che Libera organizza guardando alla Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie, in programma il 21 marzo di ogni anno.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×