Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Il dirigente-detective scopre l'assenteista
L'impiegato licenziato alla Corte dei Conti

Il provvedimento è stato adottato, nei giorni scorsi, da una commissione disciplinare nazionale, nei confronti dell'autista del presidente della Sezione giurisdizionale per la Sicilia. L'uomo faceva il timbrare il cartellino alla collega che sarà giudicata a parte. Entrambi sono stati denunciati anche in sede penale

Fabio Geraci

Si sarebbe fatto strisciare il badge dalla collega senza essere presente, la Corte dei conti per la Sicilia lo ha licenziato. Il provvedimento è stato adottato, nei giorni scorsi, da una commissione disciplinare nazionale, nei confronti dell'autista del presidente della Sezione giurisdizionale per la Sicilia, Pietro Di Fiore. 

Secondo il Giornale di Sicilia, ad aiutare l'uomo sarebbe stata una collega, Isabella Ballone, che avrebbe timbrato il cartellino al suo posto. L'assenteista sarebbe stato allontanato in attuazione della legge Madia, mentre l'impiegata sarà giudicata con un procedimento a parte. 

Sul piano penale, Di Fiore e la collega sono imputati davanti al giudice: la Procura di Palermo ha già chiesto il rinvio a giudizio con l'ipotesi di reato di truffa in concorso. L'assenza dal lavoro dell'autista sarebbe stata scoperta da un dirigente della Corte dei Conti che si era improvvisato detective svolgendo alcune indagini personali. 

Il funzionario avrebbe notato che la Ballone - almeno per una decina di volte - avrebbe coperto Di Fiore passando il badge al suo posto per poi nasconderlo nel gabinetto delle donne, proprio davanti all'ufficio del superiore. Movimenti troppo sospetti che hanno incuriosito il dirigente, che ha controllato le presenze di Di Fiore, rilevando che coincidevano, scoprendo e fotografando il cartellino nascosto sopra un armadietto. 

A questo punto sarebbero stati avvisati i carabinieri che avrebbero utilizzato ancora il l'estemporaneo detective per gli accertamenti: una volta finite le indagini dei militari, i due sono stati sospesi e ora è scattato il primo licenziamento. Il mese scorso, in un'altra inchiesta, finirono sotto accusa 42 persone per i cosiddetti «furbetti del cartellino» all'assessorato regionale alla Salute. In quell'occasione il blitz, partito dalla segnalazione di una moglie gelosa, finì anche con 11 arresti.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×