Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Riina, chiesti ai familiari due milioni per il carcere
Legale: «Tentativo goffo di recuperare un credito»

Da Riscossione Sicilia è stata notificata la cartella esattoriale ai parenti del defunto boss corleonese, per le spese sostenute durante i 24 anni di detenzione al 41 bis. «La legge esclude che il rimborso si estenda agli eredi del condannato» dice l'avvocato Luca Cianferoni

Andrea Turco

Lo Stato presenta il conto alla famiglia del boss Totò Riina. Ai parenti del padrino corleonese di Cosa nostra, morto il 17 novembre 2017, è stata notificata da Riscossione Sicilia una cartella esattoriale di circa due milioni di euro per le spese sostenute per il mantenimento in carcere del capomafia. «È una partita di giro contabile del ministero, per finalità amministrative loro che a me sfuggono - dice il legale della famiglia Riina a Meridionews, l'avvocato Luca Cianferoni. «Già negli anni precedenti, quando il signor Riina era ancora vivo, era stata tentata una cosa simile. Devono giustificare che non hanno recuperato il credito, quindi fanno questi tentativi goffi e malaccorti». 

Riina, arrestato il 15 gennaio del 1993 dopo 23 anni di latitanza, ha trascorso in cella al 41 bis 24 anni. Ad attivare la procedura di recupero del credito sarebbe stato, attraverso il ministero della Giustizia, il carcere di Parma. Che è l'ultimo istituto penitenziario in cui il capomafia è stato detenuto. «A noi sembra una boutade - aveva detto Cianferoni poco prima all'Ansa - perché la legge esclude espressamente che il rimborso per le spese di mantenimento in carcere si estenda agli eredi del condannato. Perciò stiamo studiando bene la questione per vedere in che termini è».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×