Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Richiedenti asilo: Digos negli uffici dell'anagrafe?
Questura e Olando smentiscono: «Notizia falsa»

Ormai è guerra aperta tra il sindaco di Palermo e il ministro dell'Interno. È giallo su una possibile presenza degli agenti negli uffici per controllare le procedure di regolarizzazione

Gabriele Ruggieri

Foto di: silvia buffa

Foto di: silvia buffa

La guerra tra il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando e il ministro dell'Interno, Matteo Salvini per la sospensione delle procedure previste dal decreto sicurezza e le direttive impartite al capo area Maurizio Pedicone si sposta dalle piazze agli uffici. È giallo sulla presenza di alcuni agenti della Digos che si sarebbero recati all'ufficio anagrafe del Comune.

Nonostante la presunta dichiarazione degli impiegati battuta dall'agenzia Ansa: «Hanno chiesto cosa accade quando vogliamo regolarizzare la posizione di un richiedente asilo e quali sono le procedure che stiamo seguendo» e una prima reticenza alla replica da parte della questura di Palermo, che non ha voluto né confermare né tantomeno smentire la notizia, nel pomeriggio ecco arrivare la nota ufficiale.

«Con riferimento alla notizia diffusa in data odierna da organi di stampa locale - si legge - in ordine ad un asserita presenza di personale della Digos di Palermo presso l'Ufficio Anagrafe del Comune, per assumere informazioni sulle procedure, inerenti i richiedenti asilo politico, adottate da quell'ufficio, si riferisce che tale notizia è destituita di ogni fondamento e che nessun dipendente della locale Digos ha fatto accesso nei predetti uffici comunali, in data odierna». 

E in serata arriva anche la smentita del sindaco Leoluca Orlando, che con una nota ufficiale dichiara: «Con riferimento alla notizia circolata oggi circa una presunta presenza di agenti della Digos presso gli uffici dell'Anagrafe, prendo atto di quanto chiarito dalla Questura di Palermo, per altro confermato dai dirigenti che smentiscono richieste di informazioni e documentazione da parte della Polizia».

Intanto sono dieci le richieste di residenza presentate oggi allo stesso ufficio da parte di stranieri. Il primo appuntamento per verificare le pratiche è stato fissato dagli impiegati per il 28 gennaio e date successive. I richiedenti sono originari di Bangladesh e Ghana.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×