Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Piazza Pretoria, in centinaia a sostegno di Orlando
«Contro decreto infame che crea paure e fantasmi»

Famiglie, studenti, associazioni, ma soprattutto palermitani: sono tanti quelli che sfidano freddo e pioggia per manifestare il loro appoggio al primo cittadino, che ha deciso di sospendere l’applicazione del decreto sicurezza. Il sindaco: «Questo non è affatto un atto di disobbedienza»

Silvia Buffa

Foto di: silvia buffa

Foto di: silvia buffa

«Queste norme sono un insulto non solo ai migranti ma anche agli italiani e alla nostra cultura dell’accoglienza». Così il sindaco Leoluca Orlando al sit-in in corso in questo momento a piazza Pretoria, davanti a Palazzo delle Aquile. In centinaia, armati di ombrelli e striscioni, stanno sfidando il freddo e la pioggia intermittente per manifestare la propria solidarietà con la decisione del primo cittadino di sospendere l’applicazione del decreto 132/2018, il cosiddetto decreto sicurezza firmato dal ministro dell’Interno Matteo Salvini. Una decisione che in questi giorni sta spaccando l’opinione pubblica, tra chi si schiera a fianco del sindaco di Palermo e chi invece lo critica aspramente accusandolo solo di opportunismo politico. «Questo non è un atto di disobbedienza - ribatte lui -, a mio avviso eversivo è chi viola i diritti umani e la Costituzione repubblicana. E al nervosismo del ministro Salvini rispondo che io ho esercitato le mie funzioni di sindaco, ho sospeso l’applicazione di norme di esclusiva competenza comunale che potevano pregiudicare i diritti umani dei migranti che sono persone e adesso confido nell’autorità giudiziaria perché possa essere rimessa in quella sede la questione alla corte costituzionale, che giudicherà la legittimità o illegittimità costituzionale di queste norme che hanno un sapore certamente disumano e certamente criminogeno, perché trasformano in illegali coloro che sono legali».

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×