Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Scontro su dl sicurezza, non si ferma la polemica
Orlando: «Porterò la legge davanti al giudice»

«Come si cambia, per un... like». Inizia così un post pubblicato oggi sulla propria pagina Facebook dal sindaco di Palermo che ricorda al ministro quando incitava gli amministratori leghisti a non celebrare le nozze gay. Intanto sullo scontro interviene anche il vicepremier Di Maio

Stefania Brusca

«Come si cambia, per un... like». Inizia così un post pubblicato oggi sulla propria pagina Facebook, dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando che ribatte ancora una volta al ministro dell'Interno Matteo Salvini, dopo il botta e risposta di ieri sul dl sicurezza in merito alla questione della disposizione impartita agli uffici per non applicare una parte del decreto. Sulla sua pagina il primo cittadino riporta un'immagine di Salvini che incitava a non celebrare le unioni civili, ricordando quando lui, da leader della Lega, invitava i sindaci del suo partito a non applicare la legge.

«La differenza fra me e Salvini - afferma Orlando - a conferma del fatto che giochiamo su piano differenti e con regole differenti, è che io stesso mi rivolgerò al giudice civile per sollevare la questione della incostituzionalità di una parte del decreto sicurezza.Questo vuol dire rispettare la legge tramite la legge. Non è questione di diritti dei migranti o di porte aperte a tutti, è una questione di diritti umani e civili per tutti, è questione di rispetto della legge costituzionale che è garanzia per tutti i cittadini, italiani e non». Per Orlando, «oggi si comincia coi migranti e domani si prosegue con gli altri. I regimi, tutti i regimi della storia hanno sempre avuto inizio con una legge razziale disumana spacciata per legge sulla sicurezza».

E in un'intervista all'Adnkronos Orlando ha replicato anche all'affermazione del leader della Lega che ieri aveva detto: «Sono curioso di capire se i sindaci rinunceranno anche ai poteri straordinari previsti dal decreto. Immagino che rinunciate anche a tutti i soldi che il decreto aggiunge per le vostre città...». Il primo cittadino in questo caso ha detto di non voler cadere nel «tranello» del ministro e che lo scontro su una parte del decreto non implica il dover rinunciare a fondi stanziati per lo sviluppo della città.

Sullo scontro tra Salvini e Orlando oggi è intervenuto anche l'altro vicepremier, Luigi Di Maio, che ha bollato l'atto di protesta del sindaco di Palermo e di altri amministratori locali che hanno annunciato di voler seguire il suo esempio, come una strategia da campagna elettorale. In particolare Di Maio parla di «sindaci che si devono sentire un po' di sinistra facendo questa cosa; ma se vuoi sentirti di sinistra metti mano ai diritti sociali di questo paese, quelli che la sinistra ha distrutto in questi anni: pensate come stanno messi male». 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×