Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Attacchi alle sorelle Napoli, parla il loro avvocato
«Prima l'isolamento, ora la macchina del fango»

Continuano le polemiche sulle tre donne che da tempo denunciano minacce e intimidazioni in merito ai loro terreni di Mezzojuso. In questo momento sono in audizione presso la Commissione Antimafia. «Hanno già provveduto a presentare le prime querele»

Andrea Turco

«Puntualmente, dopo le coraggiose denunce delle mie assistite, le sorelle Anna, Gioacchina e Irene Napoli, che hanno messo allo scoperto il dramma fatto di vessazioni e ingiustizie subite nel corso degli anni, è partita, inesorabile, la macchina del fango». Lo dice in una nota l'avvocato Giorgio Bisagna, che difende le tre sorelle di Mezzojuso che hanno denunciato di aver subito minacce mafiose. «Cominciano a spuntare infatti, attacchi calunniosi e diffamatori nei confronti del padre delle mie assistite - spiega il legale - defunto dal 2006 e totalmente invalido dal 1998, volti a infangare non solo la sua persona, ma soprattutto per delegittimare l'operato delle sorelle Napoli, e, di riflesso, l'operato degli organi investigativi».

In questo momento le tre sorelle stanno per essere ascoltate all'Ars, presso la Commissione Antimafia. Da tempo sono supportate dalla trasmissione tv Non è l'arena, che ha criticato l'atteggiamento della cittadina del palermitano, a suo modo di vedere eccessivamente cauto verso le denunce delle donne. Tanto che il sindaco di Mezzojuso Salvatore Giardina ha querelato il conduttore Massimo Giletti. Una ghettizzazione che le sorelle continuano a scontare, almeno secondo la denuncia del loro avvocato.

«Prima l'isolamento sociale di cui le mie clienti sono state vittime nel loro paese di residenza - continua Bisagna - Oggi si assiste a misure decisamente più forti, fatte di insulti e diffamazioni sui social e sui media ad opera di soggetti a caccia di visibilità. Le mie assistite non intendono subire oltre, ulteriori attacchi alla onorabilità loro, all'immagine del loro amato padre, e hanno già provveduto a presentare le prime querele. Ho quindi ricevuto incarico di procedere, verso tutti coloro che si renderanno responsabili di attacchi diffamatori e calunniosi il cui unico fine è la delegittimazione morale di chi, in una terra difficile come quella nostra, prova dire no a soprusi e arbitri, ricevendo in cambio isolamento fisico e denigrazione».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×