Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Autista e bigliettaio feriti sul pullman
Avevano ricordato il divieto di fumo

Redazione

E’ stato un viaggio con brivido, durante il quale si è sfiorata la tragedia, quello di un pullman di linea di una compagnia rumena che collega l’est Europa e la Sicilia. A conclusione di un travagliato intervento notturno, la Polizia di Stato ha tratto in arresto L.L., 53enne rumeno, autore di una aggressione a colpi di forbice nei confronti di due dipendenti-autisti del pullman. Il mezzo pesante, partito dalla Romania con destinazione Marsala, era giunto a poche ore dall'arrivo e aveva ormai condotto a destinazione, lungo le tappe intermedie, tutti i suoi passeggeri tranne uno, quest’ultimo il citato L.L. diretto proprio a Marsala.

Quando il pullman si trovava ancora sull'autostrada A20, all'altezza di Tusa, secondo la ricostruzione fornita dalle vittime e da un terzo dipendente anch'egli presente sul mezzo, l’unico passeggero rimasto a bordo, avrebbe protestato in modi e forme volgari ed inappropriate tutto il suo disappunto per l’impossibilità di effettuare una sosta ravvicinata che gli avesse consentito di fumare una sigaretta. Ne sarebbe nata una colluttazione con due dei tre dipendenti rumeni ai quali avrebbe inferto dei fendenti con un paio di forbici metalliche che portava al seguito.

Quando i poliziotti della pattuglia di polizia Stradale della sottosezione di Buonfornello, contattati dalle vittime, sono giunti laddove il pullman, per ovvie ragioni di sicurezza, aveva arrestato la sua marcia, hanno faticato non poco per ricondurre alla ragione l’aggressore rumeno, per altro accertato essere in stato di alterazione alcolica. Ci sono riusciti soltanto dopo lunghi minuti, una non comune abilità persuasiva e vincendo le difficoltà legate alle incomprensioni di chi parla due lingue diverse. Gli agenti, nel corso di una perquisizione effettuata anche sui bagagli al seguito, hanno rinvenuto le forbici usate per aggredire le vittime. Queste, curate presso il nosocomio di Cefalù prima e presso il Civico di Palermo, avrebbero riportato una prognosi di 20 e 10 giorni. L’arrestato si trova attualmente recluso presso la casa circondariale Cavallacci di Termini Imerese.

(fonte: questura di Palermo)

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×