Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Comune, a Villa Niscemi si affronta il rebus rimpasto 
Atteso vertice tra Orlando e consiglieri di maggioranza

Rimangono i malumori a sinistra per la scelta del primo cittadino ma Giusto Catania predica calma: «Attendiamo gli esiti della riunione». Per lui con molta probabilità pronto un posto in giunta. In bilico l'assessore Iolanda Riolo  

Gaetano Càfici

Foto di: ARCHIVIO

Foto di: ARCHIVIO

E' un Orlando determinato a portare avanti l'avvio di una nuova fase «politica» che si tradurrebbe di fatto con il rimpasto della sua giunta. Per questo motivo il sindaco di Palermo, stasera, incontrerà a Villa Niscemi tutti i consiglieri di maggioranza per affrontare questo «rebus». Un progetto a cui strizza l'occhio da tempo, malgrado le critiche mosse dicono altro, quella parte politica, tanto per essere chiari, che fa riferimento al gruppo consiliare di Sinistra Comune e al suo capogruppo Giusto Catania. Superata, infatti, la fase critica legata all'approvazione in consiglio comunale del bilancio di previsione 2018, il professore vuole accelerare dando un segnale forte all'esterno. Non dimentichiamo che la sbornia di Palermo capitale italiana della cultura sta volgendo al termine e, quindi, c'è la necessità di procedere ad un cambio di passo nell'azione amministrativa del Comune. Troppi problemi sul tappeto, tra i tanti quelli dei cantieri avviati e, soprattutto, sul versante dell'avvio della raccolta differenziata.

E se nei giorni scorsi Giusto Catania parlava di «rilancio e non rimpasto» adesso  l'esponente di Sinistra Comune a Meridionews dice: «Attendiamo gli esiti della riunione di questa sera tra tutti i consiglieri di maggioranza e sindaco». Una frase che può dire tutto o niente ma che certamente è un passo avanti rispetto a posizioni, come quelle espresse a settembre di quest'anno, in cui era andato giù pesante in seguito alla bocciatura dei revisori dei conti del Comune del bilancio 2017: «Sarebbe ipocrita non evidenziare - diceva Catania - che la relazione presenta diverse criticità che meritano una riflessione politica complessiva sullo stato di salute e sulla capacità progettuale del Comune di Palermo». E affermava ancora: «Serve un colpo di reni e il parere negativo dei revisori può essere uno spunto per rimettersi in cammino e per rendere irreversibili gli elementi di trasformazione della città che, purtroppo, nell’ultimo anno sembrano scomparsi dall’orizzonte, per ridare slancio ad una esperienza che rischia di impantanarsi».

Né più e né meno una dichiarazione di guerra, più che un consiglio, che già in quelle parole preludeva ad un’anticipazione di campagna elettorale, sebbene la scadenza naturale del sindaco non è dietro l'angoloInfatti tra i boatos si è più volte parlato di una candidatura di Orlando alle europee del 2019 come via di fuga, possibilità più volte smentita dal primo cittadino. Ma in politica mai dire mai. Quindi una bocciatura in toto dell’amministrazione comunale, già in quelle affermazioni. Un segnale fin troppo chiaro quello di Catania: smarcarsi dall'attuale gestione di Palazzo delle Aquile per poter in qualche modo giocarsi la carta di un posto in giunta ed essere in partita nel nuovo giro di valzer di nomi, ritornando così sulla scena politico-amministrativa cittadina dove già si sente soffiare il vento giallo-verde. Ma sarà davvero così? Probabilmente nelle prossime ore se ne saprà di più, ma si vocifera con insistenza dell'uscita dalla compagine assessoriale di Iolanda Riolo.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×