Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

#Lda: cosa vuol dire essere uno sbirro a Palermo
Nel libro di un ex pinguino, tra sigarette e omicidi

Torna la rubrica delle letture inserite negli scampoli di tempo, tra spostamenti e attese. Tocca a Piergiorgio Di Cara col libro di racconti Cammina, stronzo. Sbirri a Palermo. Pubblicato da Il Palindromo, restituisce la visuale di un agente con la passione della scrittura

Eleonora Magno

Foto di: Helen Hecker

Foto di: Helen Hecker

Rubate, forse, è la parola migliore. Perché il libro in questione parla di polizia, di latitanti, di furti, omicidi e rapine a mano armata alle Poste. Teatro degli avvenimenti: Palermo. Il fatto che sia una raccolta di racconti non fa altro che renderlo più adatto alle esigenze di questa rubrica, che si propone di suggerire letture adatte agli spostamenti nervosi sui mezzi.

E il primo racconto, quasi a voler confermare la tesi di sopra, inizia con le riflessioni di un poliziotto che si ritrova a raggiungere la questura in via dei Biscottari, passando per via della Libertà, il Massimo, via Maqueda, il Cassaro, la Cattedrale. Il protagonista si lancia in una descrizione personale ed essenziale, la visione di uno sbirro palermitano che alle sei del mattino in sella a una moto riconosce i luoghi della città dai loro elementi caratteristici: i lampioni di via della Libertà, le colonne del palazzo del Banco, il teatro Massimo, non quello luminoso e vivo a cui i cittadini sono abituati, ma un gigante zoppo che rutta livore e indifferenza idiota. Il teatro dell’abbandono e dell’incuria i cui lavori che durarono dal 1974 al 1997, verrebbe da pensare.

La narrazione prosegue, i personaggi cambiano: sempre poliziotti, anzi sbirri, ma con storie e maschere diverse. Le uniche costanti sono il caffè, le sigarette e la Beretta. Si intrecciano personaggi stoici, altri annientati e sconfitti, altri ancora terrorizzati che pur non fuggendo hanno ancora paura. A volte sembra di essere soffocati dal buio, altre un raggio di sole irrompe e riscalda, e sotto la barba vecchia di due giorni si scorge il rossore adolescenziale di uno sbirro innamorato. È sempre presente una nuda umanità.

C’è sulla carta la sensazione che ciò che viene narrato, seppur fittizio, rimandi a esperienze vere e vivide, e che sia il frutto di una vita vissuta. Mutano quindi i personaggi, ma rimane ferma la voce di Di Cara, entrato in servizio alla squadra mobile di Palermo nel ’93. Ai tempi era un pinguino (novellino, in gergo poliziesco), ma non sapeva rinunciare alla tentazione, fortissima e presente in tutti gli scrittori, di raccontare. Le sigarette fumate, i caffè bevuti dai personaggi sono anche i suoi, consumati quando la notte, dopo il lavoro, iniziava a scrivere.

Forse, in questo periodo di diffidenza reciproca, può essere la letteratura a ricucire gli strappi, a costruire i ponti necessari per la comprensione l’uno dell’altro, del diverso. I racconti di Di Cara ci provano, chissà se i lettori della città ne hanno voglia.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email