Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Via Pennino, rifiuti ospedalieri nella discarica abusiva
Provengono dal Civico: forse gettati da mezzo rubato

Nel grosso cumulo, già pericoloso per la contaminazione da amianto, sono stati trovati dei bidoni pieni di un liquido rossastro e diversi altri contenitori vuoti. Potrebbero fare parte del carico di un furgone Iveco dell'azienda che si occupa dello smaltimento per l'ospedale, sparito nella notte proprio dal parcheggio della struttura

Gabriele Ruggieri

Non c'è pace per i residenti di Brancaccio. Solo due mesi fa la discarica abusiva di via Pennino accoglieva con uno striscione ironico il Papa, che sarebbe venuto in visita a pochi metri di distanza, nei luoghi che furono del beato Pino Puglisi. A distanza di settimane tuttavia non solo il cumulo di rifiuti pericolosi - sono contaminati dall'amianto - si trova ancora lì, ma a incrementare i rischi per la salute dei cittadini e per l'ambiente c'è il ritrovamento, stamattina, di rifiuti ospedalieri contrassegnati con le etichette dell'azienda ospedaliera Di Cristina Benfratelli, che comprende l'ospedale Civico di Palermo. 

Si tratta di bidoni bianchi provenienti per lo più dal reparto di microbiologia, molti di questi contengono un liquido rossastro, sono stati gettati tra la cenere dei rifiuti bruciati in incendi precedenti e quelli scaricati più di recente. Oltre ai bidoni ci sono anche diverse scatole di cartone, fortunatamente vuote, con la scritta «rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo»

La direttrice sanitaria del Civico, Rosalia Muré, contattata da MeridioNews, non era a conoscenza dei fatti, ma la soluzione del mistero potrebbe essere legata alle cronache di questa notte, quando un mezzo della Ugri, la ditta che si occupa dello smaltimento dei rifiuti speciali dell'ospedale, è stato rubato - come confermato dalle autorità che indagano sui fatti e dalla stessa Ugri - direttamente dall'area interna del Civico. Si tratta di un furgone Iveco, carico con dieci bidoni da 20 litri di rifiuti speciali e con 150 contenitori vuoti. La denuncia è stata presentata in mattinata, mentre l'area di via Pennino è stata interdetta dalla polizia municipale, chiamata a intervenire. 

A lanciare l'allarme era stato il consigliere del Movimento 5 Stelle Antonino Randazzo, che si è recato sul posto contattando il Nucleo operativo polizia ambientale. «Da mesi - dice - il M5s denuncia lo stato di degrado di via Pennino, abbiamo inviato note, solleciti e segnalazioni al sindaco e all’ufficio Ambiente del Comune chiedendo un tempestivo intervento e ordinanze urgenti, considerato il pericolo per i cittadini e la loro salute per la presenza di amianto, ma non solo non è accaduto niente, la situazione oggi si è addirittura aggravata con questi rifiuti speciali». Sulla vicenda indagano i carabinieri

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×