Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Casteldaccia, al Policlinico unità di crisi per i familiari
«Abbiamo fatto rientrare tutto il personale possibile»

Chiunque ne avrà bisogno, tra parenti e amici, potrà rivolgersi a medici e operatori dell'ospedale, che si sono messi a disposizione per aiutarli nella delicata fase di elaborazione del lutto. «Siamo rimasti colpiti dalla loro sofferenza, un dolore molto composto, non gridato»

Antonio Mercurio

Un’unità crisi per fornire un sostegno psicologico e psichiatrico, composta da una decina di medici dell’unità operativa di psichiatria del Policlinico di Palermo, è stata allertata stamane per garantire supporto ai familiari delle nove vittime rimaste uccise dall’esondazione del fiume Milicia, a Casteldaccia. A predisporla, il direttore sanitario Maurizio Montalbano e il commissario straordinario Fabrizio De Nicola del Policlinico, che hanno richiesto anche l’apertura dell’aula Ascoli per offrire un minimo di conforto ai familiari: «Stamattina - spiegano - abbiamo fatto rientrare tutto il personale disponibile che rimarrà a disposizione dei familiari qui fino a stasera, ma lo sarà anche nei prossimi giorni. Siamo rimasti colpiti dalla loro sofferenza, un dolore molto composto, non gridato». 

Per l’occasione, sulle pareti della camera mortuaria è stato affisso un comunicato con i recapiti telefonici del reparto e dell’ambulatorio: «Oggi siamo a loro disposizione ma lo saremo anche nei prossimi giorni perché è necessario un tempo di elaborazione del lutto: chiunque lo vorrà, ci troverà pronti ad aiutarli», ribadiscono. «Garantiremo la nostra presenza anche nei prossimi giorni - promette la dottoressa Erika La Cascia -.  Siamo qui da stamattina e li abbiamo accompagnati in sala mortuaria. Ma in questi casi è giusto rimanere in disparte, ed essere disponibili ad ogni eventuale richiesta di aiuto», conclude.

Lei, insieme ad altri colleghi, è tra quelli che prima di tutti si sono messi a disposizione, una volta arrivate le salme delle vittime, seguite dai parenti disperati. «Il professor Daniele La Barbera, la dottoressa Erika La Cascia, i medici, gli psicologi e gli operatori dell'U.O. di Psichiatria del Policlinico sono disponibili a garantire ascolto e supporto ai famigliari delle vittime - recita il messaggio appeso nella camera mortuaria -, rendendosi reperibili presso l'aula Ascoli e nelle immediate vicinanze della camera mortuaria per quanti ne avessero esigenza».

Mentre sui social si rincorre un altro messaggio di solidarietà: «In rispetto delle vittime della tragedia accaduta questa notte in provincia di Palermo, le cui salme si trovano presso la camera mortuaria del Policlinico Paolo Giaccone, e in rispetto di familiari, amici e di tutti coloro affranti per la dolorosa circostanza la nostra società, per esprimere il proprio cordoglio, comunica che nella giornata di oggi 4 novembre 2018 aprirà gratuitamente i varchi del parcheggio del Policlinico», scrive Guglielmo Correnti di Medprom.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×