Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Turi libero, al Pagliarelli l'attivista No Muos Turi Vaccaro
Pino Apprendi: «Sta bene, ma deve nominare un avvocato»

Da giovedì al carcere palermitano è confinato il pacifista originario di Marianopoli, noto per le sue proteste contro la base militare statunitense di Niscemi. Nei giorni scorsi è andato a sincerarsi delle sue condizioni il presidente di Antigone Sicilia. Mentre alle 19 è prevista un'assemblea degli attivisti

Andrea Turco

Chissà quante ne hanno viste al carcere Pagliarelli. Ma un signore di 65 anni che cammina regolarmente a piedi scalzi, pacifista e nonviolento, che pratica lo sciopero della parola quando la sua libertà viene violata, forse non lo avevano mai visto. Eppure è proprio nella struttura di reclusione palermitana che da giovedì si trova Turi Vaccaro, il noto attivista No Muos - originario di Marianapoli (Caltanissetta) - che domenica 05 agosto è stato arrestato dalla polizia al termine di un lungo inseguimento nelle campagne di Niscemi. 

Deve scontare undici mesi e 27 giorni di reclusione, condanna inflittagli dal tribunale di Gela per i fatti del dicembre 2014, quando lo storico pacifista aveva oltrepassato la recinzione della base militare statunitense, colpendo con una pietra alcune apparecchiature necessarie al funzionamento del sistema di telecomunicazioni satellitari. Il rischio per Vaccaro, che tendenzialmente rifiuta di nominare avvocati che possano difenderlo nelle aule giudiziarie (e nonostante i legali del movimento si prestino a supportare gratuitamente gli attivisti), è che la condanna in primo grado diventi esecutiva. 

E che si cumulino anche le altre che pendono sulla sua testa: il pacifista nisseno, noto anche tra i No Tav e che cominciò le prime azioni a difesa della pace durante la mobilitazione degli anni '80 a Comiso contro l'installazione degli euromissili a testata nucleare da parte della Nato, negli anni è stato protagonista di numerose proteste contro le parabole satellitari di Niscemi, come quando si arrampicò sopra di esse nel novembre del 2015 prendendole a martellate e provocando un danno stimato in 800mila dollari. 

Appena arrivato al Pagliarelli Vaccaro ha messo in atto una protesta non violenta, rimanendo nudo sul pavimento della cella dell’infermeria e nutrendosi soltanto di frutta e ortaggi. Per questo motivo nei giorni scorsi è andato a trovarlo Pino Apprendi, presidente di Antigone Sicilia - l'associazione per i diritti e le garanzie nel sistema penale. «Ho voluto incontrarlo - dice - per verificarne le condizioni di salute, anche perchè Turi Vaccaro ha già compiuto 65 anni. Al momento si trova in una cella dell'infermeria, e sta bene. Fino a questo momento sono l'unico con cui ha parlato, mi ha raccontato la sua storia e io gli ho spiegato che se non nomina un avvocato rischia davvero che debba scontare tutta la condanna in carcere. Spero di andarlo a trovare nuovamente questa settimana e che si convinca. Il suo in ogni caso è uno dei tanti casi in cui si dovrebbero attuare forme alternative al carcere per scontare la pena». 

Anche il movimento No Muos, al quale è fortemente legato, continua a supportarlo. Giovedì scorso alcune decine di attivisti hanno organizzato un presidio di solidarietà davanti al carcere di Gela, dove si credeva che in un primo momento fosse stato condotto. E oggi alle 19 il comitato palermitano ha organizzato un'assemblea - al grido di "Turi libero" - davanti al carcere del Pagliarelli per far sentire a Vaccaro, se sarà possibile, il proprio sostegno. Mentre altri attivisti gli hanno già spedito lettere e telegrammi. 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews