Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

Quale Palermo, gli urbanisti scendono in piazza
«Il tram non offre le dovute garanzie di qualità»

Dopo il laboratorio cittadino di ieri, una 50ina di associazioni provano a mettere su uno statuto per incidere sulle scelte del Comune in merito alla mobilità in città. Chiedono normativa certa, qualità e programmazione condivisa. «Dell'anello ferroviario finora è stato realizzato il 20 per cento» dice l'architetto Fabio Alfano

Andrea Turco

Un'intera giornata ad affrontare quella che definiscono «l'im-mobilità di Palermo», vale a dire i cantieri - passati, presenti e futuri - sui quali la giunta Orlando punta fortemente e che trasformeranno profondamente la città. Sono i docenti, i professionisti e i comitati di residenti e commercianti che nello spazio del Magneti Cowork hanno affrontato ieri la progettazione urbanistica della città: tram, anello e passante ferroviario, le rovine della città, gli spazi verdi.

Tante le critiche all'amministrazione ma anche proposte e rilancio di idee per superare lo stallo attuale. I politici locali, però, non si sono fatti vedere. L'unica a partecipare è stata Giulia Argiroffi, non in qualità di esponente del M5s bensì come tecnica, in quanto architetto e componente della commissione Urbanistica. Tra i fautori dell'incontro, che getta certamente le basi (almeno nelle intenzioni dei presenti) per future collaborazioni c'è Fabio Alfano, componente del comitato bene collettivo. Il punto di incontro poi è stato, non a caso, a piazza Castelnuovo: di fronte la nuova stazione dell'anello ferroviario, i cui lavori di realizzazione sono cominciati da poco e che non hanno, come altre stazioni, tempi certi. 

«Era importante essere qui - dice l'architetto - perchè è emblematico di una serie di situazioni inaccettabili. A partire dal concorso del tram, che è ambiguo ed errato sia nelle premesse che nelle conseguenze. Non presuppone ad esempio il pums, il piano urbano della mobilità sostenibile, che è una sorta di piano regolatore della città. E non offre le dovute garanzie di qualità, specie per vie così importanti come via Roma e via Libertà, che da quel tram rischiano di essere segnate per sempre. Oppure si pensi a dove siamo ora, nella piazza più importante della città. Il progetto della stazione dell'anello ferroviario è mortificante. Parliamo comunque di un'opera di cui finora è stato realizzato il 20 per cento, e che ha più di 500 giorni di ritardo».

Il laboratorio cittadino al Magneti Cowork ha previsto poi uno spazio di interventi programmati che ha coinvolto anche molte organizzazioni civiche attive in città. Tutti all'insegna di un motto: così non si può andare avanti, serve un cambio di rotta. «Ogni giorno ce n'è una - sbotta Giovanni Margiotta, ex presidente dell'ordine degli ingegneri -. Un giorno è il ponte Oreto, un altro ancora è lo svincolo Perpignano, un altro ancora il collettore fognario o i lavori a piazza Camporeale, attualmente fermi. Noi al momento denunciamo, ma è chiaro che sono soluzioni tampone». 

Ecco perchè i professionisti della mobilità a Palermo, insieme ai comitati di residenti e commercianti - in tutto una 50ina di associazioni, con l'idea di concretizzare richieste e suggerimenti in uno statuto - chiedono di essere semplicemente ascoltati dal Comune. «Vogliamo una normativa certa che garantisca qualità, programmazione condivisa, trasparenza degli atti» conclude Alfano. 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email