Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Palermo

All'Archivio storico Futurismo e futuristi, l'impatto e l'oltre
«Avanguardia artistico-culturale, spazzò via le ideologie»

Inaugurata nel pomeriggio di venerdì, la mostra offre uno sguardo d’insieme sulle innovazioni attuate dal movimento futurista nell'Italia del Novecento. L'allestimento, curato da Graziella Bellone fa riflettere il visitatore, ponendo l’accento sul mito dell’azione, del dinamismo e della simultaneità

Maria Vera Genchi

Foto di: Maria Vera Genchi

Foto di: Maria Vera Genchi

«Un percorso dinamico, che richiama l’incessante movimento del tempo e l’eterno ritorno nietzschiano in un luogo “del tempo” e “senza tempo” ove il flusso dei pensieri, dei ricordi e delle emozioni si incanala nell’alveo di una maestosa storicità»  Con queste parole l’assessore alla Cultura Andrea Cusumano e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, presentano Futurismo e Futuristi: l’impatto e l’oltre. Inaugurata nel pomeriggio di venerdì 4 maggio, presso l’Archivio Storico Comunale di Palermo, la mostra offre uno sguardo d’insieme sulle innovazioni artistico culturali attuate dal movimento futurista nell'Italia del Novecento. 

Circa 24 le opere, provenienti da collezioni private, già esposte a Roma, Frosinone, all'Università della Calabria e alle Isole Borromee. Dipinti di artisti come Bergaglia, Yaria, Bacci, Oriani, Antonio Marasco e Mario Sironi, appartenenti al Secondo Futurismo Torinese, ma anche stampe, foto, capi d’abbigliamento, documenti e oggetti d’epoca. Inserito all'interno del ricco calendario di eventi che vede Palermo Capitale della Cultura 2018, “Futurismo e Futuristi: l’impatto e l’oltre” sarà fruibile gratuitamente fino all’8 giugno, dal lunedì al venerdì dalle 09:30 alle 13:30 e il mercoledì anche nel pomeriggio dalle 15 alle 17.

L'allestimento, curato da Graziella Bellone in collaborazione con Laura G. Miceli, nasce con l’intento di documentare e far riflettere il visitatore sull’attualità del movimento futurista, ponendo l’accento sul mito dell’azione, del dinamismo e della simultaneità. Curiosa l’istallazione scultorea realizzata da Ugo Fontana e Giuseppe Lo Presti utilizzando una radice di ulivo e ferro colorato, chiaro riferimento a Isole nello spazio di Prampolini.

Esposte anche una ventina di testimonianze provenienti dalla Biblioteca comunale palermitana: «Carteggi inediti di vari intellettuali dell’epoca, da Marinetti a Capuana, con il siciliano De Maria, che fu tra i firmatari del Manifesto – spiega Eliana Calandra, direttore dell’Archivio Storico Comunale – materiale bibliografico manoscritto e a stampa, raro. Un valore aggiunto che permette di comprendere meglio il futurismo, in una riflessione contemporanea sul ruolo travolgente ed invasivo che la macchina, la velocità e la tecnologia hanno ormai assunto nel nostro vissuto quotidiano».

Presenti all’inaugurazione la direttrice dell’Archivio Storico Comunale, Eliana Calandra, il consigliere comunale delegato Francesco Bertolino, la curatrice Graziella Bellone e la collaboratrice Laura G. Miceli, che, nel corso della presentazione, ha recitato alcuni testi di Pirandello, Marinetti e D’Annunzio sul mito dell’aereomobile contribuendo all’immersione del pubblico presente nel Novecento italiano.
«L’oltre si manifesta non solo nell’attenzione al sociale, nella velocità, nel progresso che profeticamente mette la macchina al di sopra dell’uomo e prova a divorarlo – racconta Laura G. Miceli – ma al fatto che l’immagine esplode in tutta la sua potenza per acquisire predominio sulla cultura scritta».

In mostra con ben 16 opere, il pictor philosophus, Alberto Bragaglia. Artista e teorico dell’arte, Bragaglia dipinse centinaia di opere, ma non prese mai l’iniziativa di esporle al pubblico. Prese parte al movimento futurista accanto a Boccioni e Balla, proseguendo poi la sua ricerca pittorica lontano dagli schematismi dell’epoca.

«Da un’arte statica si passa ad un’arte dinamica – racconta la curatrice Graziella Bellone – Tre sono i cardini fondamentali del movimento: dinamicità, simultaneità e velocità. Io sono sempre stata affascinata dal futurismo, un’avanguardia artistico-culturale di grande impatto, che spazzò via le ideologie esistenti, proiettandosi verso il futuro».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Elezioni regionali 2017

Un gioco di incastri traballante: senza alleanze e candidature certe, a due mesi dal voto. La possibilità è che la campagna elettorale abbia gli stessi protagonisti di cinque anni fa: Giancarlo Cancelleri (M5s), unico candidato certo; l'uscente Rosario Crocetta, Nello Musumeci e forse anche Claudio ...

Elezioni comunali 2017 in Sicilia

Si vota l'11 giugno 2017 in 132 Comuni in tutta l'Isola, che dovranno eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Tra le sfide più importanti Palermo e Trapani. Nel Messinese occhi puntati su Cesarò e Lipari, nell'Agrigentino su Sciacca, nel Catanese su Paternò e ...

I siciliani a Rio 2016

Alle Olimpiadi di Rio De Janeiro, tra gli atleti italiani, anche diversi siciliani. Un viaggio lungo, fatto anche delle loro storie

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email